Coronavirus, la giornata da dimenticare per il sito Inps: il videoracconto

La Repubblica La Repubblica (Economia)

Sono stati infatti moltissimi gli utenti che hanno segnalato come l'area personale dove inserire la richiesta rinviasse invece alla pagina di altri cittadini.

E infatti, alle ore 18 circa, l'area personale del sito Inps risulta ancora irraggiungibile.

La notizia riportata su altre testate

Una miniera di dati sensibili e riservati, insomma, dei quali un male intenzionato saprebbe bene che uso fare. È la pagina di Bruno A., del quale possiamo vedere tutti i dati sensibili: dal codice fiscale all’indirizzo di casa, dalla mail al cellulare privato. (LE IENE)

Alcuni profili ai quali si accedeva autenticandosi con i propri dati sul sito dell’INPS. Probabilmente questo problema è dovuto al fatto che, ricevendo molte richieste, il sito dell’INPS non è riuscito a svuotare in tempo la cache. (SystemsCuE)

Il motivo è il pericolosissimo evento che si è verificato sulla piattaforma INPS. Non è improbabile infatti che costoro, visto l’imprevisto, dovranno effettuare nuovamente la procedura online per ottenere il sussidio. (Quotidianpost.it)

Provando ad accedere al sito INPS, infatti, numerosi utenti si sono trovati loggati ai profili di altri cittadini con tanto di dati e codice fiscale in evidenza. Luciano Vangone è un nome che per molti non dirà nulla ma da poche ore il nome e cognome di questo cittadino italiano sono entrati tra i trend topic del social network di micro blogging Twitter. (Italia Sera)

Sarebbe una discriminazione inaccettabile perché dovuta alla inefficienza dell’Inps; qualora ciò avvenisse ci riserviamo di esperire azioni legali a tutela degli esclusi".“Inoltre il sito Inps ha perpretrato una gravissima violazione della privacy. (Live Sicilia)

Bonus 600 euro, si scatena l'ironia dei social contro l'Inps 01 aprile 2020. Dalla mezzanotte orde di professionisti, partite iva e freelance cerca di collegarsi al sito dell'Inps per fare richiesta del bonus da 600 euro. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr