Mascherine per Rsa a parenti e appalti truccati: arrestato il sindaco di Opera

Mascherine per Rsa a parenti e appalti truccati: arrestato il sindaco di Opera
Sky Tg24 INTERNO

Contemporaneamente, i carabinieri di Milano si sono recati al Comune di Opera per una serie di acquisizioni documentali.

Inchiesta avviata a febbraio 2020. L'inchiesta "Feudum" è stata avviata nel febbraio 2020 e, oltre alle mascherine indebitamente distratte, ha fatto emergere altre condotte illecite.

Lo scrive, in un passo dell'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, il gip dell'operazione Feudum dei carabinieri di Milano

Talvolta, invece, era il sindaco a chiedere le mascherine, come durante un colloquio telefonico proprio con il direttore di una Rsa: "Come stai direttore, come sei messo a mascherine?

E in un'altra telefonata, una dipendente comunale chiedeva al sindaco mascherine per i colleghi dipendenti: "Ascolta sindaco, le mascherine, quelle azzurre, ne hai rubate un po' di quelle che dovevano andare alle Rsa?". (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altri giornali

La condotta illecita è emersa nelle indagini dei carabinieri che riguardano anche la provincia di Brescia e che hanno portato oggi agli arresti domiciliari di 5 persone: del sindaco di Opera, nel Milanese, Antonino Nocera, della dirigente dell’Ufficio tecnico del Comune e di 3 imprenditori. (Brescia Oggi)

Mascherine per le Rsa ai parenti e reati ambientali: 5 arresti Coinvolto architetto bresciano

– Un’altra giornata giornata di proteste nelle piazze di tutta Italia per ambulanti, ristoratori, commercianti e le altre categorie messe in crisi dalla serrata anti-Covid. A Roma ancora commercianti e operatori turistici a piazza Montecitorio, questa volta senza incidenti (Quotidiano online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr