Crisanti: "Criticità sulla zona rossa, meno sull'ospedale di Alzano"

Crisanti: Criticità sulla zona rossa, meno sull'ospedale di Alzano
Valseriana News INTERNO

A quasi due anni dall’inizio della pandemia in Italia e dalla strage della prima ondata in Val Seriana una cosa è certa: con l’istituzione celere della zona rossa di Nembro e Alzano si sarebbero salvate vite.

Criticità minori invece sull’ospedale di Alzano perché gli infetti hanno trasmesso il virus prima“.

Tre i temi affrontati dal microbiologo: la gestione dell’ospedale di Alzano Lombardo del 23 febbraio 2020 alla scoperta dei primi positivi; la mancata zona rossa in bassa Valle Seriana (comuni di Nembro e Alzano Lombardo) e l’applicazione del piano pandemico nazionale. (Valseriana News)

Su altre fonti

Dopo il picco, ha aggiunto, «bisognerà credo fare un ragionamento sul livello di protezione della popolazione italiana come fanno gli inglesi Ma secondo Andrea Crisanti non c'è da illudersi: la crescita sarà ancora inesorabile e la lieve frenata dipende dalle scuole, che erano chiuse ma ora riapriranno. (leggo.it)

La chiusura e la riapertura dopo due giorni del Pronto soccorso dell'ospedale bergamasco fa parte di uno dei filoni dell'inchiesta Lo ha detto il professor Andrea Crisanti che oggi ha depositato la sua consulenza per i pm di Bergamo. (Sky Tg24 )

“Quando fu scoperto il primo contagiato, domenica 23 febbraio, all’ospedale di Alzano c’erano già 100 persone positive”. Si tratta del primo tentativo di questo tipo in Italia e anche in Europa”. (BergamoNews.it)

Covid: Crisanti, emerse criticità in Val Seriana nel 2020

Dopo il picco, ha aggiunto, »bisognerà credo fare un ragionamento sul livello di protezione della popolazione italiana come fanno gli inglesi IL VIROLOGO Andrea Crisanti e le previsioni Covid nel 2022: ​ «Se andiamo. (ilgazzettino.it)

Lo ha spiegato a LaPresse il professor Andrea Crisanti che oggi ha depositato la sua consulenza ai pm di Bergamo (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr