Coronavirus, cambia ancora il modulo per l’autocertificazione

Coronavirus, cambia ancora il modulo per l’autocertificazione
Lettera43 Lettera43 (Interno)

Lo ha detto il 26 marzo il capo della polizia, Franco Gabrielli, parlando a SkyTg24.

Su questo, ha spiegato, «sono state fatte ironie, ma cambiano le disposizioni e noi dobbiamo aggiornare il modulo, anche per intercettare» i quesiti che arrivano dai cittadini.

Ne parlano anche altri giornali

“Colpire i furbi ma aiutare le persone che hanno bisogno e che magari la non perfetta comprensione delle disposizioni rende in una condizione non corretta”. Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web. (Tuscia Web)

«Dobbiamo essere rigorosi - ha detto ancora il prefetto - ma anche umani, comprendere che i cittadini sono bersagliati con disposizioni non sempre omogenee, abbiamo infatti anche disposizioni regionali. (Leggo.it)

Nel corso della sua intervista ai microfoni di Sky Gabrielli ha ammesso che nelle ultime settimane sono state pubblicate diverse autocertificazioni. (News Mondo)

«La stragrande maggioranza dei cittadini - ha osservato Gabrielli - è rispettosa dei divieti, ma c’è un’altra parte che forse non è consapevole dei rischi o è allergica ai divieti e si comporta in maniera negativa. (Corriere della Sera)

Il video, condiviso sui social, è diventato virale e lascia l’amaro in bocca: “Uno dei tanti video di vita ordinaria, di persone normali, ormai allo stremo – scrive chi l’ha postato su Facebook -. (Meteo Web)

l capo della polizia di Stato, Franco Gabrielli, lo aveva annunciato già in mattinata: cambia, ancora una volta, il modulo di autocertificazione per gli spostamenti, in considerazione dei divieti disposti per l’emergenza coronavirus. (Caffeina Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti