Erdogan in pressing da mediatore su Putin, al Cremlino proposto primo faccia a faccia con Zelensky in Turchia

Open ESTERI

Erdogan si è già più volte proposto come mediatore tra Russia e Ucraina ed è stato proprio lui a facilitare l’accordo sullo sblocco dei porti nel Mar Nero che sta consentendo all’Ucraina di tornare a esportare ingenti quantità di grano via nave lungo le rotte del Mar Nero.

Un primo incontro tra Putin e Erdogan dall’inizio della guerra si era già tenuto a luglio a Teheran.

Continua a leggere su Open. (Open)

Su altri giornali

• L’intelligence britannica: «Mosca ha minato la sicurezza della centrale nucleare di Zaporizhzhia», ma i russi ribattono: sono stati loro. Questa è la più grande centrale nucleare del nostro continente e qualsiasi bombardamento è un crimine aperto e sfacciato, un atto di terrore». (Corriere della Sera)

Il conflitto in Ucraina prosegue incessante, con bombardamenti a Mykolaiv e nel Donetsk. Amnesty ribadisce le accuse a Kiev di mettere in pericolo in civili. Allarme per un attacco alla centrale nucleare Zaporihzhia. (OGGI)

Lo riporta il media indipendente bielorusso Nexta. Si è trattato del secondo incontro tra i due presidenti dopo l'inizio della guerra, in luglio si erano visti a Teheran (l'Adige)

Tutte le ultime sintonie tra Russia e Turchia

Ieri Erdogan ha incontrato Putin a Sochi, in Russia, per rafforzare la cooperazione economica ed energetica tra i due Paesi. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha detto di aver offerto al presidente russo Vladimir Putin di tenere un incontro con l'omologo ucraino Volodymyr Zelensky in Turchia (La Sicilia)

Secondo il nuovo accordo, la Turchia ha accettato di pagare la Russia parzialmente in rubli, ha dichiarato il vice primo ministro Alexander Novak dopo l’incontro. Il Presidente russo Vladimir Putin aveva annunciato mesi fa che le nazioni non amiche avrebbero dovuto pagare l’energia russa attraverso un conto in rubli per isolare la Russia dagli effetti delle sanzioni occidentali. (Scenarieconomici)

“Oggi, naturalmente, gli occhi del mondo sono su Sochi”, sono le parole di Erdogan riportate dall’Associated Press; “ci stanno seguendo, domandandosi cosa venga discusso e deciso a Sochi”. Tutti gli accordi e disaccordi emersi dall’incontro a Sochi tra Putin ed Erdogan, che apre – come ha detto il presidente turco – “una pagina molto differente nelle relazioni” tra i due Paesi. (Start Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr