Al via l’asta ISMEA di 16mila ettari di terre agricole, la mappa da Nord a Sud

Al via l’asta ISMEA di 16mila ettari di terre agricole, la mappa da Nord a Sud
greenMe.it ECONOMIA

Una prospettiva succulenta per i giovani imprenditori, che potranno usufruire di un pagamento rateizzato a 30 anni per lanciare le loro imprese.

mette all’asta 16.000 ettari di terreno ad uso agricolo su tutto il territorio nazionale.

In questo contesto la terra assume ancora di più il suo valore di asset strategico e motore di sviluppo per l’economia del Paese.

In Italia oggi la terra pesa per il 60% sul valore dell’attivo aziendale – spiega il presidente di ISMEA, Enrico Corali. (greenMe.it)

Su altre testate

È possibile consultare tutti i terreni su www.ismea.it/banca-delle-terre C’è tempo sino al 7 settembre per poter partecipare al quarto bando d’asta indetto da Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. (StatoQuotidiano.it)

dislocati per lo più nel Sud Italia ma anche in Toscana, Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia, Piemonte e Liguria. Gli interessati hanno tempo fino al 7 settembre per presentare la propria manifestazione d’interesse. (Sicilia Oggi Notizie)

"Gli andamenti demografici degli ultimi decenni evidenziano una crescita costante della popolazione mondiale. (Yahoo Finanza)

Ismea, al via la Banca nazionale delle terre agricole

Poi Bari con 8 terreni (65 ha), la Bat con 6 (339,5 ha) e, infine, Lecce con 4 appezzamenti (23 ettari). Con la “Banca nazionale delle Terre Agricole”, istituita nel 2016, vengono messi a disposizione oltre 16mila ettari, 624 aziende agricole, il 70% al Sud. (Blunote)

giovedì 10 giugno 2021. Ismea, al via la Banca nazionale delle terre agricole. Ismea e Ministero delle Politiche agricole hanno annunciato oggi l’avvio della procedura di vendita del quarto lotto dei terreni della Banca nazionale delle terre agricole, costituito da oltre 16 mila ettari di terreni, per un totale di 624 aziende agricole potenziali. (Italiafruit News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr