Etro, la famiglia vende la maggioranza del brand dopo 55 anni

Etro, la famiglia vende la maggioranza del brand dopo 55 anni
Vogue.it ECONOMIA

Secondo i termini dell'accordo, L Catterton Europe acquisirà una partecipazione di maggioranza nella Società, mentre la famiglia Etro manterrà una significativa minoranza.

"Siamo onorati di accogliere un marchio di moda così iconico nella famiglia L Catterton e siamo lieti di collaborare con la famiglia Etro per la prossima fase della sua evoluzione", ha detto Luigi Feola, Managing Partner e Responsabile per l’Europa di L Catterton

Per quasi 55 anni, la famiglia Etro è stata proprietaria e ha gestito la Società, creando un marchio dal DNA unico ed apprezzato. (Vogue.it)

Su altri media

Fino a questo accordo, Etro era al fianco di Ferragamo come una delle ultime case di lusso a conduzione familiare rimaste. Poteri globali dei beni di lusso per Deloitte 2020 studio mentre Etro non lo ha messo giù. (Conca Ternana Oggi)

Secondo le indiscrezioni, la famiglia Etro resterà proprietaria di tutti gli immobili strumentali all’attività, tra cui gli store, l’atelier e le varie sedi del gruppo in via Spartaco a Milano. Etro e L Catterton Europe annunciano ufficialmente di aver siglato un accordo che vede la società di private equity entrare con una partecipazione di maggioranza nella maison italiana, la famiglia Etro manterrà una quota di minoranza. (Pambianconews)

Due look s-s 2022 di Brunello Cucinelli. . Le maison italiane nel mirino degli investitori e dei gruppi internazionali. Fino agli incessanti rumors che vedono protagonisti da un lato Giorgio Armani e dall’altro Exor, holding della famiglia Agnelli. (MF Fashion)

Gruppioni ricompra da FII il 40% di Sira Industrie per 15 mln euro

La notizia dell’interesse di L Catterton per Etro era già circolata nel marzo scorso (si veda altro articolo di BeBeez). L Catterton Europe ha siglato l’accordo vincolante per acquisire il 60% di Etro (si veda qui il comunicato stampa di Etro e qui quello di L-Catterton). (BeBeez)

Ad aprile, una fonte vicina alla questione ha detto a Reuters che il marchio di lusso con sede a Milano stava valutando di manifestare interesse per L Catterton, società di investimento nata da una partnership tra Catterton, LVMH e il suo proprietario miliardario Bernard Arnault. (Conca Ternana Oggi)

Il 18% circa della quota di FII era di pertinenza di NB Aurora, che ha incassato pertanto 6,75 milioni circa. Gruppioni, presidente e ceo di Sira Industrie, ha commentato: “Abbiamo percorso quasi 10 anni di strada insieme a un compagno di viaggio competente e presente che ci ha permesso di crescere e creare valore. (BeBeez)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr