Afghanistan, giornalista Reuters ucciso durante scontro tra forze di sicurezza e talebani Da Reuters

Afghanistan, giornalista Reuters ucciso durante scontro tra forze di sicurezza e talebani Da Reuters
Per saperne di più:
Investing.com ESTERI

Trentatré giornalisti sono stati uccisi in Afghanistan tra il 2018 e il 2021, hanno detto le Nazioni Unite in un rapporto di quest'anno

Dipinto del giornalista Reuters danese Siddiqui, ucciso mentre seguiva uno scontro tra le forze di sicurezza afghane e i combattenti talebani vicino a un valico di frontiera con il Pakistan, fuori da una scuola d'arte a Mumbai, India, il 16 luglio 2021.

I combattenti talebani hanno preso possesso dell'area di confine mercoledì. (Investing.com)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ha fatto parte di un team della Reuters che ha vinto il premio Pulitzer nel 2018 per la copertura della crisi dei Rohingya Danish Siddiqui, fotografo indiano dell’agenzia Reuters, è stato ucciso nel sud dell’Afghanistan. (L'HuffPost)

Danish Siddiqui, un fotoreporter dell’agenzia Reuters, è stato ucciso durante i combattimenti tra talebani ed esercito afgano a Spin Boldak, nel distretto di Kandahar. Lo riferisce l’agenzia, che cita come fonte un ufficiale dell’esercito afgano, al seguito del quale si trovava Siddiqui. (CorrierePL)

– È stato ucciso durante combattimenti tra forze speciali dell’Afghanistan e talebani Danish Siddiqui, fotoreporter indiano dell’agenzia di stampa Reuters, nel Paese per documentare gli scontri armati in corso. (Dire)

Danish Siddiqui, il fotoreporter della Reuters ucciso in Afghanistan: nel 2018 vinse il Pulitzer

Il presidente afgano, Ashraf Ghani, si è detto scioccato dall’uccisione del cronista e ha dichiarato che la sua morte e’ avvenuta mentre riportava le “atrocità talebane” Il fotoreporter, insignito di numerosi riconoscimenti tra cui il premio Pulitzer, dirigeva il dipartimento multimediale di Reuters in India e da alcuni giorni stava seguendo gli scontri a Kandahar. (EOS Sistemi avanzati scrl)

Ieri è stato infatti ucciso il reporter e fotografo dell’agenzia Reuters Danish Siddiqui, vincitore del premio Pulitzer per la fotografia nel 2018 grazie ai suoi servizi sui rifugiati Rohingya Poi gli ultimi 2mila chilometri dalla Romania all’Italia, che i giovani hanno percorso nascosti fra centinaia di scatole di ricambi per automobili. (Newsby)

Danish Siddiqui lo ha fatto fino a sacrificare la propria vita a soli 38 anni, tra le terre dell'Afghanistan. È stato curato, e si stava riprendendo mentre i talebani si ritiravano dagli scontri a Spin Boldak. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr