Violenza sessuale a Campobello di Mazara, uno dei giovani insulta i giornalisti

Violenza sessuale a Campobello di Mazara, uno dei giovani insulta i giornalisti
BlogSicilia.it INTERNO

Le indagini dei carabinieri. E’ uscito allo scoperto dicendo di non essere il bruto violentatore della giovane di Campobello di Mazara.

L’uomo sii presenta dai Carabinieri proprio con i quattro ragazzi nominati dalla figlia per dire al Comandante della stazione che “sono bravi ragazzi”.

La madre della vittima: “Mia figlia ha sbagliato”. Non c’è solo un padre che va dai Carabinieri per dire che i giovani che hanno violentato sua figlia sono “dei bravi ragazzi”

In un primo momento il padre della ragazza aveva appreso in modo sommario dalla figlia, arrivata a casa a notte fonda, cosa era accaduto. (BlogSicilia.it)

Su altri giornali

Pesante l'accusa contestata dal gip di Marsala, che ha accolto la ricostruzione della procura diretta da Vincenzo Pantaleo: violenza sessuale di gruppo aggravata. "Mi avevano rassicurato che alla festa ci sarebbero stati degli amici e soprattutto altre ragazze - ha raccontato la giovane nella sua denuncia - ma era una trappola" (RagusaNews)

02860542. Luca Bragadini [email protected] giornale Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione (politicamentecorretto.com)

Ma il genitore si è presentato in caserma dopo la denuncia della ragazza e ha detto: "Quelli sono dei bravi ragazzi" (La Repubblica)

Campobello di Mazara, 18enne ingannata e violentata da un gruppo di coetanei - Tvio Trapani

Il racconto della vittima è stato sempre coerente e preciso. Le indagini dei carabinieri. La giovane violentata dal branco a Campobello di Mazara non ha avuto dubbi. (BlogSicilia.it)

Il padre della ragazza, dopo la sua denuncia, si è presentato dai carabinieri per scagionare i quattro e accusare proprio la figlia. Un episodio ignobile, purtroppo non i… - LaNotiziaTweet : Il padre della ragazza di Campobello di Mazara ha accusato la figlia perché aveva paura (Zazoom Blog)

La stessa, rassicurata dalla presenza di due suoi “amici di vecchia data” – (oggi agli arresti domiciliari) e ingannata dagli altri due (attualmente in carcere) poiché convinta che ci sarebbero state altre ragazze, ha accettato di partecipare a quella che sarebbe dovuta essere una semplice “mangiata” tra amici. (tvio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr