Raggi e la propaganda elettorale con risorse pubbliche? Sindaca bacchettata anche dalla fronda grillina

Raggi e la propaganda elettorale con risorse pubbliche? Sindaca bacchettata anche dalla fronda grillina
RomaToday INTERNO

La pagina istituzionale che promuove il comitato elettorale. L’episodio della conferenza stampa, arriva all’indomani di un’altra “anomalia” istituzionale

Lo ha fatto per ricordare l’impegno, dedicato dalla commissione Urbanistica alla questione dei piani di zona.

Manca invece tra i relatori, e non per sua scelta, il presidente della commissione Mobilità Enrico Stefàno.

Che ci sia qualche “anomalia” in questa conferenza stampa non lo ha rilevato solo Stefàno. (RomaToday)

Ne parlano anche altre testate

A dare il benvenuto all'ex Juventus ci ha pensato anche Virginia Raggi. Sono certa che darà un importante contributo al club e che verrà accolto con gioia dai tifosi biancocelesti. (La Lazio Siamo Noi)

Il brano è accompagnato da un video girato a Londra e celebra il rito collettivo del calcio e il ritorno alla vita del post pandemia in un continente vaccinato, "dalle strade di Dublino a Notre Dame", come canta il leader della band irlandese nel pezzo dal sound pop ma con la chitarra marchio di fabbrica del gruppo irlandese e una spruzzata di dance, assicurata dal dj e produttore olandese. (La7)

Ma è il riferimento al Mose sul quale c’è da sperare non ci sia alcunché di programmatico. Se la pioggia è colpa del governo ladro, il nubifragio è una sentenza contro Roma ladrona. (LA NOTIZIA)

Raggi: "I Friedkin sono stati netti: vogliono solo uno stadio. A Tor di Valle era diventato impossibile realizzarlo"

Ci speravano i sostenitori di Virginia Raggi: per la riconquista delle periferie di Roma Ovest la candidatura di Giuseppe Conte alle suppletive sarebbe stata una manna dal cielo. Così, proprio come fatto da Zingaretti, Conte ha desistito, preferendo mettere da parte le proprie ambizioni in nome dell'alleanza PD-M5s (RomaToday)

La sindaca però non gradisce le domande della giornalista e scuote la testa per far capire all’assessore Calabrese che non bisogna rispondere Di Emiliano Pretto e Marco Agostini. (Dire)

Sullo stadio a Tor di Valle: “Abbiamo dovuto prendere atto di una situazione che ormai rendeva impossibile costruire lo stadio della Roma lì dove era stato progettato. Ma siamo assolutamente disponibili a sederci al tavolo e parlare con la Roma di altre soluzioni. (Giallorossi.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr