Influenza stagionale: il virus corre, picco atteso per fine anno. Allarme dei medici

Influenza stagionale: il virus corre, picco atteso per fine anno. Allarme dei medici
Il Messaggero SALUTE

Così Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale (Simg), durante il 38esimo congresso della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg) in corso a Firenze.

«Quest'anno è iniziata nella 42esima settimana ed è immediatamente balzata sopra il livello epidemico.

Prosegue a ritmi sostenuti anche la campagna per vaccinare contro l'influenza, accelerata proprio dall'andamento del virus

Influenza stagionale. (Il Messaggero)

Ne parlano anche altri media

La maggior parte dei casi segnalati sono riconducibili ad altri virus respiratori diversi da quelli influenzali. Sei Regioni (Val d’Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Campania, Basilicata, Calabria, Sardegna), specifica il documento, non hanno ancora attivato la sorveglianza Influnet. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Si dovrebbe arrivare quest’anno ai 4-6 milioni milioni di casi tra sindromi parainfluenzali e influenza vera e propria”. In questa stagione “particolarmente ‘vivace’ risultano più colpiti, come atteso, i bambini sotto i 5 anni che sono anche quelli che frequentano luoghi di comunità senza mascherina. (AbruzzoLive)

Il vaccino antinfluenzale. In parallelo, inoltre, sta proseguendo a ritmi elevati anche la campagna per vaccinare contro l'influenza, accelerata proprio dall'andamento del virus Inoltre, ha sottolineato ancora Cricelli, “Covid e influenza non sono facilmente distinguibili, tanto più che la variante Delta ha un'elevata modalità di espressione attraverso le elevate vie respiratorie, quindi simula i sintomi tradizionali dell'influenza e di altre malattie respiratorie”, ha spiegato ancora. (Sky Tg24)

Pregliasco: "L'influenza ha colpito in anticipo"

Il susseguirsi dei nuovi casi è sotto gli occhi di tutti i medici di famiglia italiani Il ché lascia prevedere un "picco di casi anticipato" rispetto la norma. (Trentino)

Per quanto riguarda il trattamento dell'influenza, l'infettivologo spiega: "Va bene utilizzare il paracetamolo, quindi ad esempio la tachipirina In questo momento vi è un'incidenza pari a 3,5 casi per mille assistiti, mentre nelle stagioni precedenti l'incidenza osservata era addirittura meno della metà". (Giornale di Sicilia)

Si dovrebbe arrivare quest’anno ai 4-6 milioni milioni di casi tra sindromi parainfluenzali e influenza vera e propria”. “In questo periodo – precisa Pregliasco – si tratta per lo più di virus parainfluenzali, mentre quelli influenzali veri e propri li attendiamo soprattutto tra qualche settimana con l’irrigidirsi delle temperature. (Livesicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr