Arriva la fibra ottica Lavori al termine

Arriva la fibra ottica Lavori al termine
La Sentinella del Canavese ESTERI

A Palazzo come internet service provider «abbiamo Eolo, con questa novità vogliamo facilitare ulteriormente la navigazione di tutti coloro che utilizzano internet soprattutto per esigenze lavorative»

Al termine l'installazione della fibra ottica a banda larga anche a Palazzo Canavese.

La fibra ottica è stata fatta passare in via XX Settembre, una parte di via Garibaldi e via Bollengo (tratto provenendo da via Garibaldi), via Mulini, Regione Mulini, via Piverone, via Genesio Berghino, località Morozzo, via Asilo, via della Volpe. (La Sentinella del Canavese)

Su altri giornali

Sabato si è provveduto a metter in luce il primo dei suddetti punti, nella speranza di poter ripristinare, almeno in via provvisoria il collegamento. "Ci è stato comunicato che entro la serata di lunedì 22 febbraio, salvo ulteriori problemi, dovrebbe essere ripristinata la funzionalità del cavo di fibra ottica. (ForlìToday)

La fibra ottica sta arrivando in Valle Argentina. Temi sempre di attualità che tuttavia si erano scontrati con l'oggettiva difficoltà del territorio di offrire una connessione internet (SanremoNews.it)

L'ulteriore scavo, a una profondità di un metro e mezzo, ha portato alla luce ulteriori frammenti ossei, brandelli di stoffa e pezzi di scarpe, che hanno confermato che si trattava di resti di un soldato tedesco caduto durante il conflitto mondiale, anche in considerazione del fatto che il luogo del rinvenimento ricade nella zona della Linea Gotica. (il Resto del Carlino)

Meldola, una residente: "Tranciati per sbaglio i cavi della fibra ottica, 300 famiglie senza internet"

A trovarli degli operai, che stavano eseguendo dei lavori per la posa della fibra ottica nel comune di Castel del Rio. Quasi subito, ad appena un metro di profondità, mentre la pala affondava nel terrreno si sono accorti della presenza di ossa, ossa umane. (il Resto del Carlino)

Considerando gli innumerevoli servizi ormai dipendenti da internet e le nuove abitudini imposte dalla pandemia, si tratta di un danno considerevole: “Ci sono decine di famiglie con i figli in didattica a distanza, persone che lavorano da casa, anziani soli che non possono telefonare e videosorveglianze disattivate, per non parlare delle complicazioni gestionali arrecate ai bar e alle attività del posto - racconta Lara Bruno, residente in zona - Abbiamo pazientato una settimana, ma siamo preoccupati e speriamo tutti che le autorità competenti insieme ai responsabili del cantiere comprendano la serietà della situazione e si mobilitino in fretta per riparare il danno: i tempi sono cambiati dall'inizio del duemila e rimanere senza fibra oggi, tra l'altro in piena pandemia, significa non avere accesso a servizi essenziali per la quotidianità, il lavoro e l'istruzione. (ForlìToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr