Verstappen: "Mai avuto regali dai commissari"

Verstappen: Mai avuto regali dai commissari
Autosprint.it SPORT

Non voglio parlare troppo della decisione dei commissari, perché non voglio lasciare a nessuno il gusto di parlarne ulteriormente.

Senza sconti. Il tocco polemico, Max, lo introduce commentando la decisione dei commissari, a penalizzarlo di 5 posizioni per l'infrazione commessa in qualifica.

Max Verstappen nel dopogara del Qatar guarda a un rush finale nel quale difendere il vantaggio non sarà più sufficiente, su Lewis Hamilton (Autosprint.it)

Su altre fonti

"Sulla penalità non c'è stata alcuna sorpresa, ne ero a conoscenza già la scorsa notte.Non ho mai ricevuto regali dai commissari, perciò ok. Max Verstappen, a pochi giorni dal secondo posto nel Gran Premio del Qatar, analizza la situazione a due gare dalla fine del Mondiale di Formula 1. (Corriere dello Sport.it)

L'ex pilota Martin Brundle ha voluto elogiare i due sfidanti, separati da otto punti a due gare dalla fine. 23 Novembre 2021. Otto punti di distacco fra i due. La rivalità per il Mondiale di Formula 1 fra Max Verstappen e Lewis Hamilton è bella accesa. (Sportal)

"Sulla penalità non c'è stata alcuna sorpresa, ne ero a conoscenza già la scorsa notte - ha detto -. L'olandese della Red Bull, al momento, è in testa con otto punti di vantaggio su Lewis Hamilton, il quale però si è avvicinato parecchio vincendo le ultime due gare. (Tuttosport)

F1, Martin Brundle elogia Max Verstappen e Lewis Hamilton

Sempre secondo Brundle, le capacità ed il talento degli assoluti protagonisti di questo mondiale sono tali da andare oltre alla semplice azione in pista: “Sotto i riflettori del Qatar, Lewis Hamilton e Max Verstappen sembravano essere di un’altra categoria – ha aggiunto – tale era il loro ritmo, implacabile di fronte alla ricerca di punti determinanti per il campionato del mondo. (FormulaPassion.it)

Continua il gioco di "pressione" reciproca da parte dei due contendenti al Mondiale di Formula 1. L'olandese ha così parlato alla BBC: “In Formula 1 l’obiettivo è vincere il Mondiale, da lì in poi non ha molta importanza quanti ne vinci, perché sei già un campione del mondo. (F1-News.eu)

Abbiamo dato loro una guida generale – ha concluso Masi – ma siamo stati anche molto chiari sul fatto che ogni singolo caso sarà giudicato in maniera specifica” Due successi in Arabia Saudita e ad Abu Dhabi porterebbero infatti automaticamente il nativo di Stevenage all’ottavo titolo iridato della carriera. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr