Open days al Valentino, da oggi si ricomincia con le prenotazioni per chi vuole anticipare il vaccino

TorinOggi.it INTERNO

Dopo il grande afflusso di persone in questo fine settimana, si riparte oggi per i prossimi Open days presso l'hub vaccinale del Valentino.

Il servizio è riservato a chi non ha ancora un appuntamento oppure ha la convocazione dopo almeno 10 giorni.

Nei giorni di martedì 8 e mercoledì 9 invece ci sarà spazio per altre fasce di età che saranno comunicate sempre nella giornata di domani.

Le prenotazioni serviranno per essere vaccinati l’11, 12 e 13 giugno nell’open hub last minute dell’ospedale temporaneo del Valentino di Torino e inizialmente saranno possibili da oggi, lunedì 7 giugno, per gli over60. (TorinOggi.it)

Ne parlano anche altri giornali

I tamponi diagnostici finora processati sono 5.076.230 (+14.501 rispetto a ieri), di cui 1.670.907 risultati negativi I ricoverati non in terapia intensiva sono 413 (-48 rispetto a ieri). (La Stampa)

I ricoverati non in terapia intensiva sono 413 (-48 rispetto a ieri). I casi sono così ripartiti: 18 screening, 58 contatti di caso, 20 con indagine in corso; per ambito: 4 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 9 scolastico, 83 popolazione generale. (Cuneodice.it)

Sabato 19 giugno invece presso il centro vaccinale di Reale Mutua a Torino si svolgerà dalle 21.30 alle 3.30 la seconda Open night dedicata alla fascia 18-28 anni, numeri che richiamano la data di fondazione della società. (TorinoToday)

Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 2.800.428 dosi (di cui 919.168 come seconde), corrispondenti al 91.3% di 3.067.240 finora disponibili per il Piemonte. A 3.002 è stata somministrata la seconda dose. (Radio Gold)

Sono 35.235 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18.30). Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 2.690.528 dosi (di cui 908.929 come seconde), corrispondenti all’88,4% di 3.042. (newsbiella.it)

Si tratta complessivamente di 228mila persone su un totale di 1 milione e 470mila appartenenti a quella fascia d'età: il 15,5% in totale. Ai medici verrà chiesto supporto affinché iscrivano direttamente sulla piattaforma regionale, i pazienti che non hanno ancora aderito, mentre ai primi cittadini sarà richiesto di intervenire con attività di sensibilizzazione sul loro territorio. (TorinoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr