Coronavirus, medici Bergamo: "Epidemia è fuori controllo"

Coronavirus, medici Bergamo: Epidemia è fuori controllo
Sardegna Live Sardegna Live (Salute)

Coronavirus, medici Bergamo: "Epidemia è fuori controllo". "Il nostro ospedale è altamente contaminato". Di: Redazione Sardegna Live - Adnkronos Salute. "A Bergamo l’epidemia è fuori controllo.

Più del 70% dei posti in terapia intensiva sono riservati ai malati gravi di Covid-19 che abbiano una ragionevole speranza di sopravvivere".

Se ne è parlato anche su altri media

Partendo dall'Ospedale Giovanni XXIII - struttura all'avanguardia dotata di 48 posti di terapia intensiva - riferiscono che la struttura è "altamente contaminata e siamo già oltre il punto di collasso con 300 letti su 900 occupati da pazienti Covid-19. (AGI - Agenzia Italia)

E' il drammatico quadro disegnato da 13 medici dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, in un lettera pubblicata sul 'New England Journal of Medicine Catalyst Innovations in Care Delivery', dal titolo 'nell'epicentro di Covid-19'. (Adnkronos)

I tempi di attesa per un posto in terapia intensiva durano ore. E’ il drammatico quadro disegnato da 13 medici dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, in un lettera pubblicata sul ‘New England Journal of Medicine Catalyst Innovations in Care Delivery’, dal titolo ‘nell’epicentro di Covid-19’. (Improntaunika.it)

Li ha esortati a svuotare alcuni ospedali e usarli esclusivamente per i casi di Coronavirus. Detto in altre parole e molto chiaramente: questa non è come è stata spesso descritta una crisi della terapia intensiva, ma “una crisi di salute pubblica e umanitaria”. (next)

Più del 70% dei posti in terapia intensiva sono riservati ai malati gravi di Covid-19 che abbiano una ragionevole speranza di sopravvivere”. Il nostro ospedale è altamente contaminato e siamo già oltre il punto del collasso: 300 letti su 900 sono occupati da malati di Covid-19. (Imola Oggi)

Il sistema sanitario fatica a fornire i servizi essenziali come l’ostetricia, mentre i cimiteri sono saturi e (l’accumulazione dei cadaveri, ndt) crea un ulteriore problema di salute pubblica. Gli ospedali sono sovraffollati e prossimi al collasso, e mancano le medicazioni, i ventilatori meccanici, l’ossigeno e le mascherine e le tute protettive per il personale sanitario. (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.