Djokovic-Us Open, il Congresso chiede un visto speciale

Djokovic-Us Open, il Congresso chiede un visto speciale
Tuttosport SPORT

La richiesta ufficiale, inviata al segretario di Stato Antony Blinken, poi condivisa sui suoi profili social, recita: "Impedire a grandi atleti come il 21 volte campione Slam Novak Djokovic di competere in eventi di alto profilo riduce la loro importanza vitale dal punto di vista economico e diplomatico, senza che ci sia un beneficio tangibile per la salute pubblica".

Mentre il serbo si cancella dalla Rogers Cup di Montreal - non può entrare in Canada perchè non vaccinato contro il Covid-19 - due membri del Congresso, i repubblicani Claudia Tenney e Louie Gohmert, si sono rivolti al presidente Joe Biden perchè autorizzi il suo sbarco a New York in vista dello Slam di Flushing Meadows. (Tuttosport)

Ne parlano anche altre fonti

Djokovic è iscritto agli US Open, ma non può entrare negli Stati Uniti perché non è vaccinato contro il Covid. Djokovic spera in un’esenzione, da più parti, anche dal mondo della politica, si supporta il vincitore di Wimbledon. (Sport Fanpage)

Nella migliore delle ipotesi, Nole potrebbe rimanere ancora nella top10, ma lontano dal vertice della classifica occupata, per ora, da Daniil Medvedev Oltre all’ultimo slam dell’anno, il serbo non potrà prendere parte ai masters1000 di Montreal e Cincinnati. (Tennis Fever)

Spinti anche da una petizione online con più di 50mila firme per promuovere un permesso a Novak Djokovic, alcuni membri del Congresso statunitense si sono infatti mossi in via ufficiale per chiedere un visto speciale per Djokovic. (Tennis World Italia)

Djokovic non può entrare in Canada: si ritira dal torneo di Montreal

Anche Tennys Sandgren, statunitense non vaccinato ma che potrà disputare il torneo, si è espresso sulla questione: "È una vergogna che la Usta non lotti perché a Djokovic venga data l'esenzione. Sono grato nel vedere che ci sono tante persone interessate al mio percorso nel tennis in modo così appassionato e che vogliono vedermi competere. (La Gazzetta dello Sport)

gior. Immenso dolore per la morte di Cesare Lotti. Classe 1981, era capo del centro sportivo di Cornaredo. Il giovane uomo è stato vittima di un malore improvviso nella giornata di martedì. (Ticinonline)

Il tennista ha atteso fino all'ultimo momento per annunciare il suo ritiro, sperando in una modifica della legge sull'ingresso in Canada sulle vaccinazioni. Ma il paese nordamericano non ha cambiato la sua posizione. (Tuttosport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr