Napoli, caos per le statue di Maradona: club e Comune non si parlano, rapporti ai minimi termini

Napoli, caos per le statue di Maradona: club e Comune non si parlano, rapporti ai minimi termini
Altri dettagli:
Calciomercato.com SPORT

Culmine di un rapporto, quello tra De Laurentiis e De Magistris, complicato

Ma c’è un problema: il Napoli sta preparando la sua.

Diego Armando, due statue e la lite tra ile il.

Il primo è proprietario,Inoltre, scrive la Gazzetta dello Sport, c’è chi dice che anche gli eredi vogliano dire la loro.

E sorgono anche dubbi legali: chi può fare cosa all’interno dello stadio?

(Calciomercato.com)

Se ne è parlato anche su altre testate

Io ho avuto sempre grossi contrasti con il presidente, speriamo che con il nuovo sindaco si possano appianare le divergenze. A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Carmine Sgambati, presidente della Commissione Sport del Comune di Napoli (Tutto Napoli)

Sgambati parla di steward perché al Comune qualcuno era convinto di poter portare 15 mila persone allo stadio, ignorando che il decreto del governo Draghi approvato in maggio, concedeva quella capienza solo all’Olimpico per l’Europeo, mentre limita a soli mille presenti questo tipo di manifestazioni. (CalcioNapoli24)

Il Napoli per vincere lo scudetto dovrà fare degli investimenti importanti, nonostante Spalletti sia un buon allenatore. Lui era meglio fuori dal campo che dentro” (CalcioNapoli24)

San Maradona, uno e trino

Perché bisogna anche organizzare la presenza del pubblico per questo evento, pianificare la presenza degli steward e al momento i decreti parlano chiaro: in uno stadio non possono entrare più di mille persone. (ilmattino.it)

L'inaugurazione dello Stadio Maradona, sta facendo discutere l'ambiente e ha creato confusione tra le parti (intervento radio del Comune). Allo stadio verranno installate delle statue per il Pibe De Oro, ed il Comune di Napoli sta varando un possibile compromesso tra le varie idee artistiche. (SpazioNapoli)

Sogno benedetto, disponibile in 240 Paesi entro il 2021 su Amazon Prime Video, una biografia (autorizzata) kolossal, come è stata l'esistenza del campione, larger than life Oggi che Maradona non c'è più, che sulla sua tragica fine – morto da solo in casa, a Tigre, Argentina, il 20 novembre 2020, convalescente dopo un'operazione – ancora indaga la magistratura, la serie sulla sua vita proverà a restituire il mito e farà nascere nuove domande. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr