Usa, aspettative consumatori su inflazione più alte dal 2013 - Fed New York

Usa, aspettative consumatori su inflazione più alte dal 2013 - Fed New York
Notizie - MSN Italia ECONOMIA

I funzionari della Fed stanno monitorando attentamente le aspettative di inflazione, cercando di valutare se le pressioni sui prezzi innescate dalla pandemia di coronavirus passeranno o avranno effetti più duraturi sull'economia.

E' quanto emerge da un sondaggio pubblicato dalla Federal Reserve di New York.

Anche le aspettative di inflazione nei prossimi tre anni sono salite, a una mediana del 4,0%. (Notizie - MSN Italia)

Ne parlano anche altri media

In Europa la Piazza migliore resta Milano (+0,7%), con lo spread Btp-Bund risalito a 99,2 punti e il rendimento del decennale italiano allo 0,65%. Bene anche molti petroliferi, tra cui Lundin (+4,3%) e Polski Koncern (+3,8%), col greggio che sale (wti +0,6%) a 70,8 dollari al barile. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Nel dettaglio l'incremento mensile e' stato dello 0,3%, contro attese per un +0,4%, quello annuo del 5,3%, contro attese rispettivamente del 5,4%. Gli indici sono poi migliorati nel pomeriggio, dopo che e' stato annunciato che ad agosto non solo non ci sono state fiammate inflazionistiche, ma addirittura l'andamento dei prezzi al consumo e' stato inferiore alle attese. (Borsa Italiana)

I salari reali sono saliti tuttavia su base settimanale dello 0,3%, più del calo dello 0,1% previsto. A livello mensile il dato core è salito dello 0,1%, meno del +0,3% stimato, dopo il +0,3% di luglio e al minimo dal febbraio scorso (Yahoo Finanza)

Borsa: Europa chiude contrastata, inflazione Usa sotto stime non basta a dare fiducia

USA, inflazione rallenta nel mese di agosto. Nel mese di agosto l’inflazione negli USA rallenta e registra il primo calo dall’ottobre del 2020. (Ekonomia.it)

C'è chi, come il pool di economisti di Pantheon Macro, ha già fatto saltare i tappi di champagne. Il dato del mese scorso dell'inflazione mette probabilmente meno pressione alla Fed, ma non ne cambierà la rotta e non indurrà le colombe a pretendere di temporeggiare ancora prima di avviare il processo di normalizzazione (ilGiornale.it)

Sul mercato valutario, l'euro vale 1,182 dollari (da 1,1821 ieri sera) e 129,63 yen (da 129,88). Sono inoltre andate bene le Amplifon (+3,2%), dopo il calo della vigilia, mentre hanno battuto la fiacca le banche. (Borsa Italiana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr