In Francia è allarme variante Delta: +150% di contagi in una settimana. Il governo: «È una quarta ondata»

In Francia è allarme variante Delta: +150% di contagi in una settimana. Il governo: «È una quarta ondata»
Open ESTERI

Entro la fine di agosto il governo francese aveva posto l’obiettivo di vaccinare 40 milioni di persone almeno con la prima dose

Solo ieri, al termine del Consiglio dei ministri, il portavoce dell’esecutivo francese, Gabriel Attal, ha dichiarato che la Francia è ormai entrata «nella quarta ondata del virus».

E oggi, 20 luglio, il ministro della Salute francese Olivier Véran ha confermato che nelle ultime 24 ore sono stati registrati 18mila nuovi casi, descrivendola come un’impennata «mai vista» dovuta alla variante Delta. (Open)

Ne parlano anche altre fonti

Quando l’accesso a beni di prima necessità è possibile solo “in un grande centro commerciale non sarà richiesto il pass sanitario”, ha precisato Attal I dati delle ultime 24 ore cozzano, però, con il leggero alleggerimento delle restrizioni legate al pass sanitario. (Il Fatto Quotidiano)

In Olanda 1600 ragazzi dai 18 ai 25 anni dotati di green pass per accedere ai grandi festival musicali sono tornati a casa positivi. (Tempi.it)

La settimana scorsa, in Francia, si contavano meno di 7.000 casi ed ora siamo a 18’000. (Ticinonews.ch)

Variante Delta, Gran Bretagna: 96 morti in 24 ore. Francia, 18mila nuovi casi: +150% in 7 giorni

Dalla Gran Bretagna alla Francia, passando per l'Italia, l'aumento del numero dei contagi corre veloce un po' ovunque. Boom di casi anche in Francia: diciottomila nuovi contagi di coronavirus nelle ultime 24 ore, un'impennata "mai vista", secondo il ministro della Salute Olivier Véran, che attribuisce questo inquietante aumento alla variante Delta. (IL GIORNO)

In Francia, un livello così alto di contagi in una sola giornata, non si verificava da metà maggio L’incubo Covid torna a far paura in Francia. (Tuttosport)

Parlando delle misure anti-Covid, Véran ha detto che «la vaccinazione è una chance, un diritto, ma può diventare un dovere». La settimana scorsa, in Francia, si contavano meno di 7.000 casi ed ora siamo a 18mila. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr