Università: arriva la doppia laurea, iscrizione già dall'anno accademico che sta per iniziare

Università: arriva la doppia laurea, iscrizione già dall'anno accademico che sta per iniziare
Altri dettagli:
Alto Adige INTERNO

«Abbiamo superato rigidità e vincoli normativi a favore di una formazione trasversale che risponda alle necessità dei giovani di oggi», ha aggiunto la ministra che poi, ringraziando il Parlamento per la sua collaborazione, ha sottolineato: «Mi auguro continui, in futuro, il percorso, già tracciato, di riforma dell'università».

Gli studenti avranno la possibilità di avere la doppia laurea: l'iscrizione a due corsi, contemporaneamente già dall'anno accademico 2022-2023. (Alto Adige)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Con decreto ministeriale 933 del 2 agosto 2022 sono impartite le disposizioni per consentire la contemporanea iscrizione a due corsi AFAM o ad un corso AFAM e ad uno universitario. 2 della legge 508/99 a un corso di studio universitario e un corso di studio presso le istituzioni dell’AFAM. (FLC CGIL)

Articolo 4 Modalità di agevolazione della iscrizione contemporanea. 1 Per la contemporanea iscrizione ad un corso di dottorato di ricerca e ad un corso di specializzazione medica, si applica l’articolo 7 del d. (Orizzonte Scuola)

"Con l'introduzione della doppia laurea, resa possibile grazie a questo primo decreto attuativo, abbiamo disegnato un sistema della formazione più flessibile, già dal prossimo anno accademico", ha spiegato il ministro Messa aggiungendo: "Abbiamo superato rigidità e vincoli normativi a favore di una formazione trasversale che risponda alle necessità dei giovani di oggi". (L'Unione Sarda.it)

Università, arriva la doppia laurea: l’iscrizione già dal 2022-2023

Da oggi è online al link https://edu.fondazionecirkovertigo. (Torino Top News)

Come abbiamo già riportato, si tratta di una possibilità che si concretizzerà sicuramente già dal prossimo anno accademico 2022-2023. Tra queste condizioni vi è anche la possibilità di ridurre la durata del dottorato a due anni su domanda dell’interessato” (Tecnica della Scuola)

«Abbiamo superato rigidità e vincoli normativi a favore di una formazione trasversale che risponda alle necessità dei giovani di oggi», ha aggiunto la ministra che poi, ringraziando il Parlamento per la sua collaborazione, ha sottolineato: «Mi auguro continui, in futuro, il percorso, già tracciato, di riforma dell'università». (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr