11 settembre: Fbi diffonde documento su indagini su attacchi

11 settembre: Fbi diffonde documento su indagini su attacchi
Più informazioni:
Bluewin ESTERI

Per i parenti delle vittime fare luce su quanto successo è estremamente importante.

Il documento, che risale al 2016, fornisce una serie di dettagli circa le indagini dell'Fbi sul presunto supporto logistico che un funzionario consolare saudita e un sospetto agente dell'intelligence saudita a Los Angeles avrebbero fornito ad almeno due degli uomini che hanno dirottato gli aerei l'11 settembre 2001. (Bluewin)

Su altri media

In particolare descrive molteplici connessioni e testimonianze che hanno spinto l’FBI a sospettare di Omar al-Bayoumi, ufficialmente uno studente arabo a Los Angeles, ma che l’FBI sospettava essere un agente dell’intelligence saudita che avrebbe poi fornito “assistenza di viaggio, alloggio e finanziamenti” per aiutare i due dirottatori. (Icona News)

L'ambasciata saudita a Washington aveva dichiarato mercoledì di «accogliere con favore il rilascio» dei documenti dell'FBI ma che «qualsiasi accusa contro l'Arabia Saudita di complicità negli attacchi dell'11 settembre sarebbe categoricamente falsa» Lo ha fatto in seguito di un ordine esecutivo del presidente Joe Biden, riferisce la Cnn. (Bluewin)

Il Federal Bureau of Investigation (Fbi) ha diffuso il primo di una serie di documenti relativi alla sua indagine sugli attacchi terroristici dell'11 settembre e al sospetto sostegno del governo saudita ai dirottatori, a seguito di un ordine esecutivo del presidente Joe Biden. (Nuovo Sud)

11 settembre: Fbi declassifica documento su supporto logistico

Biden era stato sollecitato dalle famiglie delle vittime che hanno a lungo cercato i documenti per portare avanti una causa a New York, sostenendo che alti funzionari sauditi furono complici. I documenti vengono rilasciati in un momento politicamente delicato per gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita, due nazioni che hanno forgiato un’alleanza strategica, anche se difficile, in particolare su questioni di antiterrorismo (EOS Sistemi avanzati scrl)

L'ambasciata saudita a Washington aveva dichiarato mercoledì di «accogliere con favore il rilascio» dei documenti dell'FBI ma che «qualsiasi accusa contro l'Arabia Saudita di complicità negli attacchi dell'11 settembre sarebbe categoricamente falsa» Il documento, che risale al 2016, fornisce una serie di dettagli circa le indagini dell'Fbi sul presunto supporto logistico che un funzionario consolare saudita e un sospetto agente dell'intelligence saudita a Los Angeles avrebbero fornito ad almeno due degli uomini che hanno dirottato gli aerei l'11 settembre 2001. (Ticinonline)

Il Federal bureau of Investigations (Fbi) ha pubblicato un documento sul supporto logistico fornito a due dei dirottatori sauditi nel periodo precedente agli attacchi dell’11 settembre 2001. Al suo interno vengono descritti i contatti che i dirottatori hanno avuto con i soci sauditi negli Stati Uniti, senza tuttavia sostenere con prove un’eventuale complicità del governo saudita negli attentati. (Nova News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr