Missile sulle case, 12 morti

RSI.ch Informazione RSI.ch Informazione (Esteri)

Un missile ha colpito nella notte tra venerdì e sabato una zona residenziale e causato vittime a Ganja, seconda città dell'Azerbaigian, segnando un'ulteriore escalation del conflitto nel Nagorno Karabakh, poche ore dopo i bombardamenti a Stepanakert, la capitale della regione separatista.

Il missile ha centrato il quartiere abitato all'una di notte, mentre i residenti stavano dormendo.

Il lancio ha distrutto diverse abitazioni ed è stato seguito da un secondo attacco missilistico in un'altra parte della città, nonché da un colpo sparato sulla vicina città strategica di Mingecevir. (RSI.ch Informazione)

Se ne è parlato anche su altri media

Secondo il Ministero della Difesa azero la situazione sulla linea del fronte nella regione contesa del Nagorno-Karabakh continua ad essere piuttosto tesa:. "Nel corso della giornata del 15 ottobre e nella notte del 16 ottobre la situazione operativa nelle zone di Agder-Agdamsk e Fizuli-Gadrutsk è rimasta tesa. (Sputnik Italia)

Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, infatti, molti Armeni disertarono e l’esercito russo reclutò, tra le sue fila, Armeni che prima erano parte dell'esercito ottomano.Arresti e deportazioni compiuti perlopiù dai membri del movimento dei “Giovani Turchi” furono gli esiti terribili che ne conseguirono. (L'AntiDiplomatico)

Il conflitto non accenna a placarsi e il senatore leghista Matteo Salvini si è schierato via social con il popolo armeno: “Per qualcuno ci sono morti di serie A e morti di serie B. Francia e Germania si sono già mosse, l’Italia non ha detto mezza parola, e questo non è degno di un Paese come il nostro” le parole dell’ex ministro dell’Interno. (ForzaRoma.info)

Crisi Nagorno-Karabakh, Baku denuncia 12 vittime e decine di feriti in bombardamento a Ganja

Se la guerra si mettesse male, però, potrebbe essere «tentata di usarli» magari per «colpire la condotta petrolifera che porta il petrolio dal mar Caspio fino in Turchia e in Occidente». (Tempi.it)

Nagorno-Karabakh: violata nuovamente la tregua umanitaria. Condividi. È durata pochi minuti, almeno a sentire l'Armenia, la tregua umanitaria nel Nagorno-Karabakh entrata in vigore a mezzanotte tra le truppe di Erevan e Baku. (Rai News)

L'Armenia ha dichiarato la legge marziale e - per la prima volta - la mobilitazione generale, sostenendo che Ankara sostiene attivamente Baku. A Baku hanno dichiarato che l'attacco contro Ganja è stato condotto con missili balistici tattico-operativi "Scud" (R-17) dal territorio dell'Armenia. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr