Concertone, Fedez pubblica su Twitter la telefonata con i vertici Rai: «Sono imbarazzato per voi»

Concertone, Fedez pubblica su Twitter la telefonata con i vertici Rai: «Sono imbarazzato per voi»
Per saperne di più:
Leggo.it INTERNO

Concertone, Fedez pubblica su Twitter la telefonata con i vertici Rai: «Sono imbarazzato per voi».

Dopo la smentita della Rai sul controllo del monologo del rapper, Fedez pubblica su Twitter la telefonata incriminata in cui la vice direttrice di Rai 3 Ilaria Capitani insieme ai suoi collaboratori gli chiedono di non fare nomi dei politici leghisti. La Rai smentisce la censura.

Riportiamo la telefonata così come pubblicata da Fedez. (Leggo.it)

Su altri media

Né la Rai né la direzione di Rai 3 hanno mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista del concerto Ecco cosa aveva scritto la Rai:. Rai 3 e la Rai sono da sempre aperte al dibattito e al confronto di opinioni, nel rispetto di ogni posizione politica e culturale. (Open)

"Sono felice di essere salito sul Palco del Primo maggio, non mi aspettavo che dalla Rai arrivasse una smentita rispetto a quello che è accaduto ieri. Fedez, protagonista al Concerto del primo maggio con un monologo sul ddl Zan, pubblica su Twitter la registrazione della telefonata con la Rai 24 ore prima dell'evento. (Adnkronos)

Salvini a Fedez: "Beviamo un caffè e parliamo". Ecco il post condiviso da Matteo Salvini in tarda serata. Ognuno può amare chi vuole, come vuole, quanto vuole. (Yahoo Notizie)

Concertone Primo Maggio, la Lega contro Fedez che denuncia: "Tentativo di censura"

“Non è editorialmente opportuno”, dicono gli autori del programma nel video che il cantante ha registrato mentre riceve la telefonata in vivavoce. Allora interviene il capo degli autori Massimo Cinque: “Io le sto chiedendo soltanto di adeguarsi a un sistema, che lei forse non riconosce. (Il Fatto Quotidiano)

È già così. Ognuno può amare chi vuole, come vuole, quanto vuole. (LaPresse)

Fedez, il concertone del 1 maggio, la Lega, la Rai e i sindacati. - risponde il rapper - Io sul palco devo essere libero di dire il c. che voglio, non lo stabilisce lei cosa posso o non posso dire". (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr