Roma, tafferugli alla manifestazione dei ristoratori di fronte a Montecitorio

Roma, tafferugli alla manifestazione dei ristoratori di fronte a Montecitorio
LaPresse INTERNO

I manifestanti chiedono alla polizia di togliersi i caschi in segno di solidarietà

Lancio di oggetti in piazza da parte dei manifestanti.

Tante le persone accorse alla manifestazione: molte di loro sono senza mascherina.

“Libertà, libertà” il grido che si leva dalla piazza.

I titolari dei locali gridano "libertà, libertà". Tensioni e tafferugli alla manifestazione convocata a Montecitorio da parte dei ristoratori in protesta contro le chiusure e le misure anti Covid. (LaPresse)

Ne parlano anche altre fonti

Nella giornata di ieri sono state inoculate oltre 650 prime dosi, e nella sola mattina di oggi sono state sottoposte a vaccino oltre 500 persone Dalle 7.30 del mattino si è formata una calca di anziani pronti a vaccinarsi, sebbene l’apertura fosse prevista alle 10. (LaC news24)

Omicidio Piccione a Vibo Valentia, le dichiarazioni di Arena, Polito e Scriva. Omicidio Piccione a Vibo Valentia, Antonio Grillo e la clamorosa collaborazione con la giustizia. Omicidio Piccione: sono dieci gli indagati, più altri sei deceduti Sei invece le persone ritenute fra i mandanti del delitto ma nel frattempo decedute: Carmelo Lo Bianco, detto “Piccinni” (cl. (Il Vibonese)

Scelta priva logica». Il consigliere regionale interviene sul caos vaccini in Calabria: «L’Asp avrebbe deciso di vaccinare, senza prenotazione, la fascia di età compresa tra i 60 e i 79 anni. (Il Vibonese)

Roma, lo Sciamano alle proteste di Montecitorio: “Il mio look per farmi ascoltare”

La nostra Rete dei Sindaci “Recovery per il Sud”, sente la necessità di comunicare alla S.V Oggi, invece, si registra da circa 15 anni anche il blocco della ripartizione del Fondo Perequativo statale di cui all’art. (Quotidiano online)

Così Marco Furnari, presidente per la provincia di Vibo Valentia dell’Associazione nazionale per l’industria e il terziario. (Zoom24.it)

”La mia attività l’ho riaperta dal 15 gennaio. Queste le parole di Ermes Ferrari, ristoratore modenese arrivato a Roma per protestare davanti Montecitorio dove si è presentato vestito come Jake Angeli, l’attivista e sostenitore pro Trump che il 6 gennaio scorso prese parte all’assalto di Capitol Hill. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr