Parla un'anziana picchiata nell'ospizio di viale Lazio: "Quel posto era un inferno"

Parla un'anziana picchiata nell'ospizio di viale Lazio: Quel posto era un inferno
PalermoToday INTERNO

"Un'esperienza terrificante", una casa di riposo che "era un inferno".

"Quel posto era un inferno.". L'anziana ha aggiunto: "La casa di riposo era un inferno, le badanti non facevano altro che picchiare me e gli altri anziani, soprattutto quando mangiavamo.

E il referto dell'ospedale parla chiaro: "Trauma cranico facciale non commotivo, trauma contusivo polso sinistro e trauma contusivo gamba sinistra". (PalermoToday)

Su altre testate

Si tratta dei fratelli Maria Grazia (55 anni), Carmelina (52 anni) e Mariano Ingrassia (63 anni), dipendenti della onlus, e dell’amministratrice Vincenza Alfano (28 anni). Violenze e minacce hanno portato a 4 arresti. (Nurse Times)

Le indagini dei finanzieri, avviate grazie alla segnalazione di un’ospite della casa di riposo, si sono sviluppate attraverso specifiche attività di intercettazione che hanno consentito di documentare fin da subito episodi di maltrattamento, fisico e psicologico, ai danni degli anziani «Zitta tu, mangia, ti prendo a bastonate!», minacciava una dipendente della casa di riposo. (Corriere del Mezzogiorno)

«Ancora una volta i finanzieri di Palermo hanno accertato comportamenti disumani posti in essere in una casa di riposo nei confronti di anziani indifesi Dopo la Bell'Aurora, sequestrata l’anno scorso, le indagini hanno riguardato la onlus "I nonnini di Enza", un vero e proprio lager per gli ospiti». (La Sicilia)

Le immagini dei maltrattamenti degli anziani in una casa di riposo di Palermo

La Guardia di Finanza ha arrestato quattro persone. Responsabili e dipendenti della casa di riposo inchiodati dalle riprese con telecamere nascoste. (TGS)

"Ti prendo a bastonate, t'ammazzo a legnate", "cosa inutile, prostituta. devi buttare il sangue qua e devi morire", "tanto se muori che mi interessa", sono solo alcune delle frasi rivolte agli ospiti della struttura, che. (L'Unione Sarda.it)

Le indagini dei finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo - Gruppo tutela mercato capitali, avviate grazie alla segnalazione di un'ospite della casa di riposo, si sono sviluppate attraverso intercettazioni che hanno consentito di accertare fin da subito episodi di maltrattamento, fisico e psicologico, ai danni degli anziani Sono i reati contestati a vario titolo dalla Guardia di finanza di Palermo a quattro persone, tutte residenti nel capoluogo siciliano, agli arresti domiciliari perché ritenute responsabili di vessazioni ad angherie sistematiche nei confronti degli ospiti di una casa di riposo. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr