Borse: fine della festa? La Fed “ritira il carrello degli alcolici”

Wall Street Italia ECONOMIA

È un’inversione di marcia inattesa, quella effettuata ieri dal presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, nel corso della sua testimonianza al Congresso.

Allo stesso tempo il presidente dell’istituto centrale ha messo in guardia: i rischi di un’inflazione più alta sono aumentati.

“È appropriato discutere di un’accelerazione del tapering”, ha osservato il presidente della banca centrale Usa

Borse: fine della festa?

La Fed “ritira il carrello degli alcolici”. (Wall Street Italia)

Se ne è parlato anche su altre testate

In sostanza Powell ha dichiarato che l’inflazione è cresciuta su base strutturale e non si deve più definire transitoria. Ha poi aggiunto che il mercato del lavoro necessiterà di più tempo per ritornare ai livelli pre-pandemia proprio in ragione dell’alto livello dei prezzi. (Dove Investire)

Powell ha aggiunto che la ripresa economica degli Stati Uniti è più forte di quella di altre grandi economie, grazie in parte a un sostegno fiscale più robusto. (Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei) (FX Empire Italy)

Ma il Presidente FED, sotto il fuoco delle domante dei membri, ha mostrato un approccio decisamente più aggressivo: il rischio di un inflazione più persistente è aumentato ed è forse tempo di “ritirare” il termine “transitorio” riferito all’inflazione USA. (Bluerating.com)

Sembra però che la situazione non sia preoccupante, la variante è stata identificata in anticipo e siamo più preparati ad affrontarla rispetto a prima. Inflazione che doveva scendere ma che invece sale ancora, un quadro di mercato che diventa pesante per Powell. (Finanza.com)

È il monito lanciato dal presidente della Fed, Jerome Powell, nel corso della sua testimonianza al Congresso, a circa una settimana dalla nuova nomina alla guida della banca centrale Usa da parte del presidente Joe Biden. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Da qui, si è aperta l’ipotesi di un tapering ancora più aggressivo rispetto a quello inizialmente annunciato, per ridurre più rapidamente il programma di acquisto titoli che ha permesso all’economia statunitense di contrastare le conseguenze della pandemia. (FX Empire Italy)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr