No no-vax

No no-vax
L'HuffPost INTERNO

Gli industriali hanno detto sì dall’inizio all’estensione dell’obbligo del green pass, opponendosi però all’ipotesi dei tamponi a carico delle imprese.

Il premier è risoluto: solo l’estensione del green pass per tutti i lavoratori può tirare la campagna di vaccinazione fuori dalla palude della saturazione.

“Il principio alla base dell’estensione del green pass - spiegano fonti dell’esecutivo - è quello dell’uniformità e per questo si farà un provvedimento organico”. (L'HuffPost)

La notizia riportata su altri giornali

Così Maurizio Landini, segretario della Cgil, dopo l'incontro con il premier Mario Draghi. Ci hanno spiegato che per loro è lo strumento per incentivare ed estendere la vaccinazione". (Video - La Stampa)

«Si parte sempre dalla radice e dai valori – ha detto Landini -. Maurizio Landini, segretario nazionale della Cgil, durante la celebrazione dei 120 anni dalla fondazione della Camera del Lavoro di Varese ha dimostrato di saperlo fare. (varesenews.it)

A partire dallo storico Enzo Rosario Laforgia che nella sua relazione ha sottolineato come alle origini il sindacato avesse proprio quell’obiettivo. «Il sindacato deve affrontare questo momento di cambiamento ritrovando l’unità del lavoro ed evitare la competizione tra persone che hanno bisogno di lavorare. (varesenews.it)

Vaccini, Landini: «Governo metta obbligo, lavoratori non possono pagare tamponi»

L’assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: "No-vax paghino i ricoveri". L’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato, in un'intervista al Messaggero, si scaglia contro chi fa propaganda anti-vaccino: "I no-vax che contraggono il virus e finiscono nelle terapie intensive degli ospedali della Regione Lazio dovranno pagare i ricoveri. (La7)

Nei giorni scorsi il comitato si è rivolto formalmente anche al segretario generale della CGIL, Maurizio Landini, affinché sostenga la causa. (TRC Giornale)

Se intendono prendere un altro provvedimento quello che ci limitiamo a dire è che non saremmo d'accordo che una persona per lavorare debba pagarsi il tampone». Così il segretario della Cgil Maurizio Landini, intervenuto questa mattina all'assemblea generale del sindacato a Milano. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr