Migranti, quasi 200 mila arrivi in Ue nel 2021, +83% nel Mediterraneo: i dati Frontex

ilmessaggero.it ESTERI

Uno dei fattori che ha definito il 2021, segnala Frontex, è stato senza dubbio la situazione alle frontiere con la Bielorussia.

L'aumento degli ingressi nel Mediterraneo centrale riflette in particolare un maggior numero di arrivi dalle coste libiche, tunisine e turche, una rotta che ha assunto un ruolo ancora più importante.

Sono poco meno di 200 mila i migranti arrivati irregolarmente in Europa nel 2021, una cifra record dal 2017. (ilmessaggero.it)

La notizia riportata su altre testate

Così come nel 2020, nel 2021 le donne hanno continuato a rappresentare meno di un arrivo su dieci, con un calo significativo della loro quota rispetto al 2019. Per quanto riguarda gli altri gruppi di persone vulnerabili, la quota segnalata di minori è rimasta sostanzialmente invariata, così come quella dei minori non accompagnati (EnnaOra)

Così come nel 2020, nel 2021 le donne hanno continuato a rappresentare meno di un arrivo su dieci, con un calo significativo della loro quota rispetto al 2019. Uno di questi fattori che ha definito il 2021 è stata senza dubbio la situazione ai confini con la Bielorussia (Lo Speciale)

Nel 2021 in Europa sono arrivati irregolarmente poco meno di 200mila migranti, il massimo dal 2017. Nel 2021 le donne pesavano per meno di un decimo degli arrivi irregolari, un calo “significativo” rispetto al 2019. (GameGurus)

The Central Mediterranean route was again the most-used migratory route to Europe in 2021, accounting for one-third of all reported illegal border-crossings. The figures peaked in the second half of the year as migratory pressure focused first on the Lithuanian border and shifted thereafter to the Polish and Latvian borders (agenzia giornalistica opinione)

Così come nel 2020, nel 2021 le donne hanno continuato a rappresentare meno di un arrivo su dieci, con un calo significativo della loro quota rispetto al 2019. Per quanto riguarda gli altri gruppi di persone vulnerabili, la quota segnalata di minori è rimasta sostanzialmente invariata, così come quella dei minori non accompagnati (Il Sannio Quotidiano)

Così come nel 2020, nel 2021 le donne hanno continuato a rappresentare meno di un arrivo su dieci, con un calo significativo della loro quota rispetto al 2019. Nel 2021, i siriani sono rimasti la nazionalità più segnalata, seguiti da tunisini, marocchini, algerini e afgani. (Il NordEst Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr