Casa Sollievo: dall'analisi del microbiota intestinale uno strumento in più per diagnosi Covid

Casa Sollievo: dall'analisi del microbiota intestinale uno strumento in più per diagnosi Covid
StatoQuotidiano.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Recenti ricerche hanno evidenziato l’esistenza di un “asse polmoni-intestino”, nel quale il microbiota intestinale, quando le cellule immunitarie intestinali hanno individuato patogeni estranei, rilascia prodotti microbici e immuno-modulatori che aiutano la regolazione dell’immunità polmonare, e viceversa.

Rispetto al gruppo di controllo e ai pazienti w-COVID19, i pazienti i-COVID19 hanno per esempio evidenziato un calo dell’indice Chao1, che misura la ricchezza microbica. (StatoQuotidiano.it)

Su altri giornali

Il Covid-19, come noto, è una malattia che interessa le basse vie respiratorie, ma il virus Sars-Cov-2 che la provoca è stato individuato anche in altri distretti corporei. Recenti ricerche hanno evidenziato l’esistenza di un “asse polmoni-intestino”, nel quale il microbiota intestinale, quando le cellule immunitarie intestinali hanno individuato patogeni estranei, rilascia prodotti microbici e immuno-modulatori che aiutano la regolazione dell’immunità polmonare, e viceversa. (ilsipontino.net)

Dall’analisi sono emerse significative differenze nella composizione del microbiota tra i tre gruppi di pazienti. Una evidenza, questa, di grande importanza, che apre la strada a successive promettenti applicazioni diagnostiche e cliniche” (insalutenews)

Dall’analisi sono emerse significative differenze nella composizione del microbiota tra i tre gruppi di pazienti. (Tecnomedicina)

Covid-19, il microbiota intestinale aiuta a capire se l’infezione è seria

L’infezione da Sars-CoV-2 provoca alterazioni della flora intestinale che, opportunamente analizzate con sistemi di sequenziamento genomico di nuova generazione, possono fornire nuovi strumenti per la diagnosi e per la terapia del Covid-19 e per la stratificazione dei pazienti per profili di rischio. (Servizio Informazione Religiosa)

Rispetto al gruppo di controllo e ai pazienti w-COVID19, i pazienti i-COVID19 hanno per esempio evidenziato un calo dell’indice Chao1, che misura la ricchezza microbica Il Covid-19, come noto, è una malattia che interessa le basse vie respiratorie, ma il virus Sars-Cov-2 che la provoca è stato individuato anche in altri distretti corporei. (SanGiovanniRotondonet.it)

Dalle vie respiratori all’intestino. Il virus Sars-Cov-2 ormai si è capito, non limita i suoi effetti solamente all’apparato respiratorio, pur se la polmonite interstiziale rimane uno dei sintomi più seri da affrontare nelle forme serie. (DiLei)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr