L'11 settembre a Kabul. La diretta con l'inviata Lucia Goracci

L'11 settembre a Kabul. La diretta con l'inviata Lucia Goracci
Approfondimenti:
Rai News ESTERI

Una insegnante proveniente da Jalalabad, coperta dalla testa ai piedi, però dice: "Mi hanno fatto smettere di insegnare alle ragazzine sopra il sesto grado", ovvero alle ragazzine sopra i 14 anni

La più vibrante, di questa società civile, è la componente femminile.

L'11 settembre a Kabul.

Si ha la sensazione, soprattutto da parte di certa società civile afghana, che la storia sia finita.

La diretta con l'inviata Lucia Goracci (Rai News)

Su altri media

"L'interrogativo che ci poniamo 0ggi a 20 anni dall'11 settembre è questo: siamo tornati al punto di partenza? Sono passati vent'anni dall'11 settembre 2001, quando l'attacco di Al Qaeda alle Torri Gemelle di New York ha cambiato la Storia del mondo occidentale. (Video - La Stampa)

Ebbene, vent’anni dopo l’11/9 i talebani «hanno vinto e ha vinto anche Al Qaeda «Sono tornato in un paese dove sono stato per la prima volta nel 1983», racconta Biloslavo. (Tempi.it)

Autorizzazione richiesta e ottenuta dai manifestanti dell'università, stando al responsabile delle relazioni esterne del ministero dell'Istruzione Hanno anche difeso il nuovo esecutivo che ha vietato le manifestazioni, salvo autorizzazione del ministero della Giustizia. (Euronews Italiano)

Donne senza voce: "Devono fare figli. Non le ministre"

Tutti gli afghani inseriti nel progetto Caritas sono islamici: alcuni parlano l’italiano, altri solo l’inglese o un dialetto locale Questo perché nessuno può mettere in dubbio che siano fuggiti a causa della guerra e delle persecuzioni che avrebbero rischiato di subire. (La Nuova Provincia - Asti)

Il nostro primo aereo commerciale, un Airbus A320, decollerà da Islamabad per Kabul il 13 settembre" Ad annunciarlo è stato un portavoce della società, Abdullah Hafeez Khan, che ha detto: "Abbiamo tutte le autorizzazioni tecniche per le operazioni aeree. (Tuttosport)

Frustate e colpi di bastone hanno disperso l'ennesima protesta di donne ieri nella capitale, dove le afghane hanno sfidato il divieto di manifestazione annunciato giovedì Al giornalista che gli obietta di non poter definire prostitute tutte le donne, il megafono del nuovo potere talebano replica: «Non tutte le donne afghane. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr