La Chiesa slovacca che tanto ha pregato per la visita del Papa: un onore averlo tra noi

La Chiesa slovacca che tanto ha pregato per la visita del Papa: un onore averlo tra noi
Approfondimenti:
Vatican News ESTERI

Numerosi anche i progetti di evangelizzazione rivolti ai ragazzi e alle ragazze lontani dalla Chiesa.

L’Anno della Famiglia-Amoris Laetitia indetto da Papa Francesco ha offerto un’occasione per rilanciare l'impegno in un accompagnamento pastorale più organico delle famiglie

E’ una visita pastorale, è vero, perché la fede è connessa con la preghiera.

Tutti ci hanno messo il cuore nel preparare la visita, i volontari, gli impiegati del Comune, le ditte coinvolte". (Vatican News)

La notizia riportata su altre testate

Eppure, basta leggere le parole del discorso del papa al G20 Interfaith Forum che si è aperto a Bologna – apparse in anteprima ieri su Repubblica – per capire ciò che il papa stesso vuole mostrare in controluce. (Domani)

L’integrazione dei Rom è da sempre un problema in Slovacchia, e non è quindi difficile identificare questo incontro come il punto più delicato dell’intero viaggio apostolico. Il papa stesso ha detto chiaramente di ritenere molto importante questo viaggio: quella Chiesa aperta agli ultimi, di cui parlò dall’inizio del pontificato, passa anche attraverso il rapporto con un piccolo paese come la Slovacchia. (Il Sussidiario.net)

Papa in Slovacchia: ai vescovi, “in Europa trovare nuovi alfabeti per annunciare la fede”. “Trovare nuovi alfabeti per annunciare la fede”. È questo, per il Papa, “il compito più urgente della Chiesa” non solo in Slovacchia, ma “presso i popoli dell’Europa”. (Toscanaoggi.it)

Il Papa a Bratislava, incontro con il presidente Caputova e le autorità: "Europa mostri solidarie

Dopo la prima tappa in Ungheria Papa Francesco è in visita a Bratislava, in Slovacchia. Prima di entrare nella cattedrale di San Martino a Bratislava per un incontro con i vescovi e i sacerdoti del Paese, il pontefice si è distinto ancora una volta per la sua ironia. (Corriere TV)

A questa comunità, dimezzata dopo la Seconda Guerra mondiale, il Papa si presenta “come pellegrino”, venuto “per toccare questo luogo ed esserne toccato”. “Quando poi si vollero cancellare le tracce della comunità, qui la sinagoga fu demolita”, ricorda il Papa. (Vatican News)

Seconda giornata in Slovacchia per Papa Francesco, dopo la tappa di 7 ore ieri a Budapest. Così Papa Francesco ha scritto sul Libro d’Onore del Palazzo presidenziale a Bratislava, dove si è svolto l’incontro con la presidente Zuzana Caputova. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr