Dal 1 luglio il tetto massimo per l’uso del contante scende a 2.000 euro

Dal 1 luglio il tetto massimo per l’uso del contante scende a 2.000 euro
News Mondo News Mondo (Economia)

Tetto massimo all’uso del contante, dal 1 luglio si scende a 2.000 euro. A partire dal 1 luglio 2020 il tetto massimo all’uso del contate scende a quota duemila euro.

Il dato di fatto è che sarà possibile fare un bilancio solo dopo che il nuovo tetto sarà in vigore.

Su altre testate

Ma cosa c’è da sapere sull’entrata in vigore, dall’inizio di luglio, delle nuove regole sui pagamenti? Dal 1 luglio 2020 si abbassa il limite per il pagamento in contanti. (Il Reporter)

Credito d’imposta su pagamenti, come funziona. In ogni caso, il credito d’imposta potrà essere utilizzato in compensazione tramite il modello F24. (Wall Street Italia)

Limite contanti luglio 2020: le polemiche e le problematiche. Come per ogni cambiamento e novità non si è esenti da polemiche e problematiche abbastanza oggettive. (Termometro Politico)

Controlli Uif. Dal 2 settembre 2019 è partito il nuovo meccanismo di controllo dell'Unità di informazione finanziaria della Banca d'Italia. Per i pagamenti di importo superiore diventa obbligatorio l'utilizzo di bonifici, strumenti digitali e denaro di plastica (carte di credito e bancomat). (AGI - Agenzia Italia)

Pensiamo al superbonus del 110%: le spese sostenute dal 1° luglio possono già beneficiare della detrazione massima, ma su diversi aspetti chiave il decreto potrebbe cambiare. (Il Sole 24 ORE)

Il concetto di fondo è la tracciabilità: le sanzioni partono da 3mila euro e arrivano fino a 50mila euro per una singola operazione, secondo la gravità dell’infrazione. Reuters. COMMENTA E CONDIVIDI. . (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr