Variante Delta, non solo boom di contagi: sintomi più gravi anche tra i giovani

Variante Delta, non solo boom di contagi: sintomi più gravi anche tra i giovani
ilgazzettino.it INTERNO

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

Ciò è la conseguenza dell'aumento significativo di contagi tra giovani che, conseguentemente, determina anche una maggiore rilevazione percentuale di casi sintomatici gravi o di media gravità.

Nelle ultime settimane, oltre al balzo di contagi la fascia d'età sotto i 30 anni mostra sempre più spesso anche sintomi seri della malattia. (ilgazzettino.it)

Ne parlano anche altri media

Covid, quanto proteggono i vaccini dalle varianti: il report dell'Iss Il report aggiornata dell'Iss sull'efficacia delle vaccinazioni in Italia ha registrato valori molto alti di protezione con la seconda dose. (Virgilio Notizie)

L’efficacia nel prevenire i ricoveri in terapia intensiva è pari all’88,1% (IC95%: 86,3%-89,7%) con ciclo incompleto e a 97,3% con ciclo completo (IC95%: 96,4%-98,0%). La percentuale dei casi tra i vaccinati è infatti largamente inferiore alla percentuale dei casi tra i non vaccinati. (Quotidiano Sanità)

Tuttavia il virus non va lasciato correre troppo perché poi iniziano a salire i ricoveri in ospedale, come stiamo vedendo in Gran Bretagna Questo il leit motiv dell’Istituto Superiore di Sanità che invita – ce ne fosse ancora bisogno – gli italiani a vaccinarsi. (La Provincia di Biella)

L’allarme della direttrice di malattie infettive dell’Iss sulla variante Delta: «Gli over 60 che aspettano per il richiamo ora rischiano molto»

Tutte le persone assistite al Policlinico senese sono nel setting di media intensità, perché nessuno necessita di essere seguito in Terapia intensiva All’Asl i contagi individuati sono stati 17, in calo rispetto a sabato ma anche con una sensibile riduzione nel numero dei tamponi effettuati, che sono stati 381. (LA NAZIONE)

Ad oggi per settembre-ottobre le prenotazioni partite al di fuori dell’Italia sono quasi pari a zero”. A rischio basso ci sono solo Valle d’Aosta e provincia di Trento. (TeleRama News)

Il problema degli over 60 che non fanno la seconda dose. «C’è un numero importante di over 60 che sembra recalcitrante a fare il richiamo. Per farlo in sicurezza, i ragazzi dai 12 ai 19 anni devono vaccinarsi, non basta immunizzare il personale» (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr