Dries Mertens, i perché del «no» alla Juventus. Il saluto ai suoi tifosi: «Napoli? Non doveva finire così»

Dries Mertens, i perché del «no» alla Juventus. Il saluto ai suoi tifosi: «Napoli? Non doveva finire così»
Corriere della Sera SPORT

Dries Mertens è tornato a casa, a Lovanio.

di Monica Scozzafava. L’esterno belga è tornato a Napoli e ha deciso che non lascerà la sua casa di Posillipo.

Proprio come Ciro Romeo nato a Napoli e come Juliette, una randagia che ha adottato appena arrivato dal Belgio nove anni fa

Orgoglioso che mio figlio Ciro, nato a Napoli, potrà sempre dire: è la mia terra.

Eppure Dries Mertens quando ha lasciato Napoli, lo scorso week end, ha pianto. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

Tutti pensavano si potesse chiudere, mi dispiace che Mertens non abbia avuto la celebrazione giusta dal suo poplo di tifosi. Mi dispiace che questa storia sia finita così, senza celebrazioni, con scambi di mail e con tanto silenzio. (CalcioNapoli24)

Dries Mertens ha commosso tutti i tifosi del Napoli col suo video d'addio pubblicato mercoledì sera sui canali social. Una tifosa gli ha dedicato uno striscione a Palazzo Donn'Anna a Posillipo, la casa che Dries non lascerà perché così potrà continuare a tornare in città (La Repubblica)

Mertens non era capitano del Napoli ma si è comportato da Capitano Nessuna distinzione tra persona e calciatore, solo una piccola, grande lezione di amore e di stile. (IlNapolista)

'Siamo passati dalla Grande Bellezza alla grande

Tre mesi dopo, è bello sapere che quella sarà ancora casa Mertens, che con Ciro «non è un addio ma un arrivederci». Sapessi, Dries, o meglio Ciro, quanto è faticoso persino staccarci da questo tuo video bellissimo e triste che continuiamo a guardare in loop, ogni volta cedendo un altro po' alla commozione. (ilmattino.it)

a sua volta l’ex compagno di squadra (IlNapolista)

Il Napoli di Maurizio Sarri sarà per sempre scolpito nella memoria dei tifosi partenopei. L’anno dopo, quando persi Milik durante la sosta della nazionale – si ruppe i crociati – decisi di riproporlo in quella posizione". (AreaNapoli.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr