PIL straccia attese nel 2° trimestre, difficile che crescita rimanga sotto 5% nel 2021 (analisti)

Finanza.com ECONOMIA

Nel trimestre, la performance dell’economia italiana è stata circa in linea con quella spagnola (2,8% t/t) e decisamente migliore rispetto a Germania (1,5% t/t) e Francia (0,9% t/t).Per i prossimi trimestri sarà essenziale la parabola della risalita dei contagi dettata dal diffondersi della variante delta.

Redazione Finanza 30 luglio 2021 - 17:14. MILANO (Finanza.com). Sorpresa positiva dal PIL Italia. (Finanza.com)

La notizia riportata su altre testate

L'incremento tendenziale eccezionalmente marcato del pil invece deriva dal confronto con il punto di minimo toccato nel secondo trimestre del 2020 in corrispondenza dell'apice della crisi sanitaria. Il pil italiano cresce del 17,3% in termini tendenziali, raggiungendo una quota mai toccata dal 1995. (Milano Finanza)

Nel secondo trimestre del 2021 l’Istat stima un aumento del 2,7% rispetto al trimestre precedente e del 17,3% in termini tendenziali in riferimento allo stesso trimestre del 2020, quando crollò di più del 12%. (quoted business)

Secondo la lettura preliminare diffusa oggi dall’Istat, il Prodotto interno lordo (Pil) nel periodo aprile-giugno è aumentato del 2,7% rispetto al trimestre precedente, superando ampiamente le aspettative, e del 17,3% in termini tendenziali (ossia rispetto al secondo trimestre del 2020, caratterizzato dal primo lockdown). (Wall Street Italia)

Meglio dell’Italia solo la Spagna, con +2,8% trimestrale, arrivato grazie al dato dei consumi interni che si attesta a +6,6% Secondo i dati preliminari diffusi dall’Istat, rispetto ai primi mesi dell’anno, il Pil italiano è infatti cresciuto del 2,7% e potrebbe arrivare anche a +5% durante l’anno. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Anche dal turismo, dopo due mesi sotto tono, arrivano segnali incoraggianti per il periodo di agosto. Una crescita sopra le attese, accelerata dal ritorno in zona bianca dell’Italia e dalle riaperture delle attività economiche, come attesta la performance positiva del settore servizi. (AGIMEG)

La spinta sembra proseguire anche nel trimestre estivo, come suggerisce il rafforzamento di luglio dell’indice di fiducia di consumatori ed imprese. Un clima positivo e di miglioramento generale delle prospettive, dunque, su cui però pesano dubbi ed incertezze legate all’andamento della situazione sanitaria (ilMetropolitano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr