I virologi (non) vanno a cena. Zangrillo: "Solo con gli amici".

I virologi (non) vanno a cena. Zangrillo: Solo con gli amici.
L'HuffPost INTERNO

Il virologo, ai microfoni di ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1, ha detto di non voler andare a cena, come gesto di pace, con i due colleghi professori.

“Nessun problema ad andare a cena con Alberto Zangrillo.

Il professore del Sacco di Milano ha risposto, laconico: “È un’affermazione che si commenta da sola

Sono dell’idea di ascoltare gli altri, non ho mai attaccato nessuno e non inizio certo ora” ha replicato Andrea Crisanti (L'HuffPost)

La notizia riportata su altri media

Così Zangrillo sulla proposta avanzata da Andrea Crisanti di utilizzare la geolocalizzazione dei cittadini quando entrano in un luogo pubblico per individuare e tracciare i casi di Covid-19. In Italia è la stessa cosa – sostiene Zangrillo – quindi il politically correct è alla fine quello che guida: la verità è in relazione a chi dice quella cosa“. (Meteo Web)

Possiamo dire, oggi, che il virus clinicamente non esiste più? Non rinnego nulla, il virus esiste, come ne esistono centinaia di altri, ora stiamo cercando questo ma se ne cercassimo altri ne troveremmo altri. (AGI - Agenzia Italia)

Così Alberto Zangrillo, direttore dell’Unità operativa di anestesia e rianimazione generale del San Raffaele di Milano, a "Un giorno da pecora" su Rai Radio 1. Questo video contiene contributi www.raiplay. (Corriere TV)

Zangrillo: "Il Covid non è morto. Mascherine all'aperto senza senso"

" Oggi è il 31 maggio. Il virus, dal punto di vista clinico, non esiste più ". Alberto Zangrillo , direttore della Terapia intensiva del San Raffaele, un anno fa pronunciava una frase che ha scatenato polemiche e discussioni. (iLMeteo.it)

Senza questa informazione corretta – avverte il medico personale di Silvio Berlusconi – saremo tutti un popolo di beoti che segue chi la spara più grossa” La verità è verità in quanto tale perché la dice qualcuno che appartiene al politically correct. (Stretto web)

Il virus esiste come ne esistono altre centinaia quello che è certo è che va affrontato con intelligenza evitando di fare le cassandre e gli indovini". Così il professor Alberto Zangrillo a 'Un Giorno da Pecora'. (Corriere dello Sport.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr