Allarme Green Pass, le certificazioni finiscono online: indagine in corso

Allarme Green Pass, le certificazioni finiscono online: indagine in corso
Altri dettagli:
ContoCorrenteOnline.it INTERNO

Inoltre, la Guardia di Finanza è stata incaricata di acquisire gli archivi online dei Green Pass, per verificare così la loro provenienza.

Il Green Pass, la certificazione verde ideata per riuscire a regolare il ritorno a una sostanziale normalità, ha seguito questa strada.

Eppure, visto che sempre di online si tratta, nemmeno il Green Pass può dire di aver avuto un percorso privo di intoppi.

Uno dei quali, nei giorni scorsi, si è concretizzato come il caso dei Green Pass falsi, ovvero ottenuti in modo illecito. (ContoCorrenteOnline.it)

Ne parlano anche altre testate

Bitcoin ed Ethereum erano quelle preferite. I truffatori, che assicuravano l’autenticità del green pass grazie a una presunta complicità di personale sanitario e che garantivano agli utenti la formula “soddisfatti o rimborsati”, richiedevano il pagamento del titolo rigorosamente in criptovalute. (Il Lametino)

Promettevano - con la formula "soddisfatti o rimborsati" - di fornire green pass autentici, muniti di codici QR idonei a superare i controlli imposti dalle norme vigenti. Inchiesta sviluppata dai finanzieri del nucleo speciale Tutela privacy e Frodi tecnologiche. (Agrigento Notizie)

Bitcoin ed Ethereum erano quelle preferite Le indagini hanno consentito di smascherare i membri dell’organizzazione criminale – i quali hanno immediatamente ammesso le proprie responsabilità – ricostruirne completamente la rete della clientela e sottoporre a sequestro i profitti illeciti in criptomoneta. (QuiLivorno.it)

Green pass falsi o rubati, il trend del fenomeno in rete. Dark o clear web, ecco cosa succede: polizia in azione

Sistematicamente gli inquirenti chiudono le piattaforme coinvolte e denunciano i furbetti del certificato verde. La prima è già in corso da diverso tempo (Repubblica Roma)

Torna eMule dopo anni di inattività, e lo fa cavalcando l’onda della più grande diatriba degli ultimi anni, quella dei Green Pass. In questo modo non solo chi si rifiuta di vaccinarsi potrà usufruire di un Green Pass valido, ma potrà anche rintracciare il proprietario e chiedere un riscatto. (Android Italy)

A spiegarlo è Riccardo Croce, responsabile del Centro nazionale anticrimine informatico per la Protezione delle Infrastrutture critiche (Cnaipic) della Polizia postale. SALUTE Green pass, Rasi: «Troppi 12 mesi di validità,. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr