Codogno un anno dopo, l'infermiera del reparto Covid: "La bici è stata il mio psicologo"

Codogno un anno dopo, l'infermiera del reparto Covid: La bici è stata il mio psicologo
Yahoo Notizie INTERNO

E ora navigano a vista, con Giorgia Meloni che propone un intergruppo del centrodestra incontrando la freddezza degli alleati.

Non che finora si siano evitati, in momenti di tensione, passaggi da un partito all'altro (come da FI a FdI, da FI a Lega, da FdI a Lega).

Alla fine, grazie a un accordo tra tutte le forze politiche, D'Alema rimase presidente e la Lega mantenne la carica di segretario del Comitato

Al momento, alle presidenze di Camera e Senato, non è stata avanzata alcuna richiesta. (Yahoo Notizie)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ma proprio nella notte tra il 20 e il 21 febbraio il Paese si scopriva vulnerabile, precipitato nelle grinfie di quella che Martini chiamerà più volte “la maledetta bestia dura”. Dei giorni in cui l’Italia si scoprì sotto attacco, oggi ricorda “la percezione chiara di muoversi in uno scenario indefinito”. (L'HuffPost)

(Adnkronos). E’ stato un 2020 di sofferenza e dolore a Codogno, che nell’anno della pandemia ha registrato un numero di decessi superiore allo stesso periodo del 2019. I residenti al 31 dicembre 2020 sono 15.780 contro i 16.018 del 2019. (Adnkronos)

Dopo questa esperienza, "ho chiesto che anche le ostetriche potessero fare i corsi in ospedale per l'utilizzo dei caschi e dell'ossigeno". Anastasia Giuliani, 42 anni , ostetrica a Lodi, ha vissuto la pandemia da una prospettiva particolare, quella delle "gravide" durante l'emergenza Covid19. (Adnkronos)

La verità sul paziente 1 di Codogno

Mattia Maestri, 38 anni di Codogno: un anno fa l'Italia conosceva il suo primo caso accertato di Coronavirus. L'Esecutivo sembra piuttosto convinto a confermare, almeno fino a quella data, lo stop agli spostamenti tra regioni, provvedimento che scadrà giovedì 25 (San Marino Rtv)

Nel suo paese d'origine, San Giorgio di Piano, alle porte di Bologna, gli intitoleranno il Poliambulatorio medico, dove lavorò anche il padre, Mario Natali, come lui medico di base. "Marcello è stato un gran seminatore, purtroppo raccoglieremo noi e non lui i frutti di tutto ciò che ha fatto. (Adnkronos)

E cioè, che il paziente 1 fu scoperto solo perché una dottoressa di quell’ospedale lombardo disobbedì alle linee guida ministeriali, mutuate da quelle dell’Oms, e fece il tampone (allora prescritto esclusivamente per chi era stato in aree a rischio o aveva avuto contatti con persone provenienti da aree a rischio). (Nicola Porro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr