I rendimenti obbligazionari dell'Eurozona si avvicinano ai minimi mentre si avvicina la riunione della Banca centrale europea

I rendimenti obbligazionari dell'Eurozona si avvicinano ai minimi mentre si avvicina la riunione della Banca centrale europea
La Tribuna Sammarinese ECONOMIA

Ma la calma è tornata all’inizio di una nuova settimana, poiché la tendenza nei mercati del debito della zona euro è stata vista limitata prima della riunione della Banca centrale europea di giovedì, poiché la banca centrale esaminerà il ritmo degli acquisti di obbligazioni di emergenza che ha sollevato a marzo per prevenire costi di prestito più elevati .

La retorica pessimistica dei responsabili delle politiche della Banca centrale europea indica che non hanno fretta di rallentare il ritmo degli acquisti sotto il Programma di acquisto di emergenza pandemica (PEPP) da 1,85 trilioni di euro (2,24 trilioni di dollari)

Anche i rendimenti delle obbligazioni decennali francesi e olandesi si sono mantenuti stabili vicino ai minimi recenti. (La Tribuna Sammarinese)

Ne parlano anche altre fonti

Lo ha detto il politologo francese Gilles Kepel all’evento ‘Geopolitica del Mediterraneo: il vicinato Sud al servizio di un nuovo equilibrio regionale’ organizzato dall’Ambasciata francese in Italia a Palazzo Farnese. (LaPresse)

La BCE ritiene che l’attuale configurazione degli strumenti di politica monetaria sia sufficientemente di supporto, il che non è facile da conciliare con una previsione dello staff della BCE di un’inflazione al 2023 dell’1,4%, una previsione che difficilmente sarà rivista la prossima settimana Bce, cosa attendersi dalla politica monetaria. (Wall Street Italia)

Fornito da La Repubblica. "Le banche centrali dovrebbero inasprire la politica monetaria perché il prezzo dei rotoli di carta igienica è improvvisamente aumentato?”. Gli ultimi dati, usciti la settimana scorsa per il mese di aprile, hanno mostrato il più grande aumento nei prezzi alla produzione dal 2008. (Notizie - MSN Italia)

BCE e Risiko Banche: Cosa aspettarsi

L’indice delle banche italiane ha avuto un rialzo del 26,5% da inizio anno, arrivando ai massimi di febbraio 2020 Il totale degli acquisti di titoli italiani arriva a 182,94 miliardi. (Investing.com)

"La BCE si riunisce giovedì e non ci aspettiamo cambiamenti sostanziali alla politica monetaria", ha dichiarato Konstantin Veit, senior portfolio manager European Rates di PIMCO. (Advisoronline)

Ci sono alti debiti privati e soprattutto alto debito pubblico da ridurre in rapporto al Pil. La conclusione è che anche l’inflazione, come il debito, può essere buona ma, in fin dei conti, solo se connessa al debito buono, e se entrambi hanno dei limiti (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr