Scacco alla sterlina: così in tre settimane Liz Truss ha spinto la moneta britannica ai minimi storici

La Stampa ECONOMIA

Scacco alla sterlina: così in tre settimane Liz Truss ha spinto la moneta britannica ai minimi storici I mercati bocciano la maxi-manovra della nuova premier e affondano la valuta della Gran Bretagna. La nuova premier sogna la Thatcher ma i conti pubblici sono a rischio e i prezzi volano bill emmott (La Stampa)

Ne parlano anche altri media

Ipotesi numero 1. La Melonomics come la Trussonomics. (Tiscali Notizie)

Storicamente una tale forza del dollaro si traduce sempre in una sorta di crisi finanziaria ed economica, ha scritto in una nota riportata dalla Cnbc Michael Wilson, responsabile strategist della divisione equity di Morgan Stanley. (Finanzaonline.com)

Il Super dollaro – soprattutto nei confronti della sterlina, dell’euro e dello yen – spaventa i mercati. Wall Street apre la settimana in territorio negativo. Alle 15.45 circa ora italiana il Dow Jones perde quasi 140 punti (-0,49%), lo S&P 500 arretra dello 0,19%, mentre il Nasdaq è in ripresa con un rialzo dello 0,46%. (Borse.it)

Secondo quanto riporta Antonello Guerrera per La Repubblica, la premier inglese Truss ha avviato una manovra per acquistare la sterlina con l'obiettivo di porre fine a un trend al ribasso molto marcato per una valuta, quella britannica, che si trova ai minimi storici. (SoldiOnline.it)

Le prime settimane del nuovo governo di Liz Truss non sembrano all’insegna della tranquillità. L’articolo di Daniele Meloni Ieri Londra si è svegliata con la notizia che sui mercati la sterlina stava crollando, dopo che già la scorsa settimana gli investitori avevano mostrato una netta sfiducia nei confronti del Growth Plan – Piano per la Crescita – presentato ai Comuni dal nuovo Cancelliere, Kwasi Kwarteng lo scorso venerdì. (Start Magazine)

Lo ha dichiarato il ministro delle Finanze tedesco, Christian Lindner, per poi aggiungere: Direi di aspettare i risultati di questo tentativo e poi ne trarremo gli insegnamenti. Nel Regno Unito sta iniziando un grande esperimento poiché lo Stato preme il piede sull'acceleratore mentre la banca centrale frena. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr