Generali: la partita che stanno giocando Caltagirone e Del Vecchio riguarda l’ad Donnet

Generali: la partita che stanno giocando Caltagirone e Del Vecchio riguarda l’ad Donnet
La Stampa ECONOMIA

I due soci del Leone hanno appena annunciato un patto che mette insieme il 10,95% del gruppo triestino. Nella squadra avversaria c’è Mediobanca. E sugli spalti a fare il tifo per loro ci sono i Benetton

(La Stampa)

Su altre fonti

Del Vecchio-Caltagirone, gli imprenditori con l'ambizione di fare del Leone il leader in Europa di Sara Bennewitz. (ansa). I due industriali provengono da settori diversi, ma hanno consolidato il loro rapporto dopo aver investito nella compagnia di Trieste e ora chiedono un cambio di management e acquisizioni per sfidare i colossi Axa e Allianz (la Repubblica)

Pur su posizioni diverse, i due grandi soci privati sono determinati a imprimere un cambio di rotta alla compagnia. Attorno al vertice di Generali si è aperto un confronto che negli ultimi mesi ha assunto toni accesi. (Milano Finanza)

I due imprenditori, Caltagirone anche apertamente, hanno più volte dichiarato di voler un cambio radicale al vertice della compagnia riferendosi, in particolar modo, al ceo Philippe Donnet Insomma, un’alleanza funzionale a incidere sulla governance delle Generali. (Il Sole 24 ORE)

Generali, l’importante è che rimanga italiana

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati Un accordo che guarda all'assemblea della prossima primavera, chiamata ad approvare il bilancio 2021 e a rinnovarne il cda. (ilgazzettino.it)

A quel punto, si vedrà se il duo Del Vecchio-Caltagirone deciderà di presentare una propria lista o se potrebbe accontentarsi di ottenere la definizione di un direttore generale. Patto parasociale tra la Delfin di Del Vecchio e oltre una dozzina di società del gruppo Caltagirone sul 10,95% circa del capitale di Generali «in vista dell'assemblea che sarà chiamata, fra l'altro, ad approvare il bilancio dell'esercizio 2021 e a rinnovare il consiglio d'amministrazione». (DiariodelWeb.it)

L’auspicio, una calda raccomandazione, è che non venga messo in discussione il controllo di capitali italiani sulle Generali. Loading. Un numero, in particolare, è significativo: oltre 6 miliardi di euro, l’investimento complessivo di Francesco Caltagirone, Leonardo Del Vecchio e dei Benetton in azioni Generali e Mediobanca (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr