Via libera del governo al ddl contro la violenza sulle donne, le ministre: “Vittime non sono sole”

Fanpage INTERNO

Ci sono diverse nuove norme che verrebbero inserite con l'ok delle Camere.

La ministra per il Sud, Mara Carfagna, ci ha tenuto a sottolineare che "non è mai successo che tante ministre si sedessero attorno a un tavolo contro la violenza sulle donne"

Via libera del governo al ddl contro la violenza sulle donne, le ministre: “Vittime non sono sole” Il ddl contro la violenza sulle donne ha ricevuto il via libera del governo. (Fanpage)

Su altre fonti

L’intento del ddl è quello di prevenire e contrastare la violenza contro le donne in Italia. Inoltre, è previsto un aumento delle pene per chi è già stato ammonito precedentemente per violenza domestica. (Luce!)

Perché questo è il DDL Bonetti. Elena Bonetti, contenente misure volte a contrastare la violenza sulle donne. (Panorama)

Sulla stessa linea la presidente di Donne in rete contro la violenza. Secondo Di Nicola Travaglini, si continua a intervenire sulla parte repressiva e non su quella della concreta tutela delle donne sottoposte a violenza. (Domani)

E ha poi aggiunto: «La donna deve avere una sua dignità e rispetto da parte di tutti, così come l’uomo. L’odio sui social. Segre ha anche affrontato il tema dell’odio in rete, in particolare quello che si scatena tra giovani sui social network. (Open)

Fuggire via, è l’imperativo, guai se la ragazza si fa complice involontaria del mascalzone, perdonandolo, o addirittura consolandolo Bisogna istruirle su quello che in un incontro sentimentale a volte può accadere, sui primi segnali di squilibrio che il partner può mostrare. (Quotidiano del Sud)

Sul tavolo, ci sono i sacrosanti diritti, compreso poter vivere senza essere massacrate di botte o molestate sfacciatamente, della maggioranza più minoritaria del mondo Il premier in platea in prima fila come a benedire l’iniziativa senza volerla intralciare. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr