Zaia: «Dati da zona gialla, ma tutto aprile in trincea. Rischio stop Astrazeneca». Rosi: «Ospedali? Situazione stabile ma inquietante»

Zaia: «Dati da zona gialla, ma tutto aprile in trincea. Rischio stop Astrazeneca». Rosi: «Ospedali? Situazione stabile ma inquietante»
L'Arena INTERNO

Il dottor Rosi riferisce infatti che nell'ambito dei ricoveri la «situazione è stabile da un punto di vista clinico, ma inquietante da un punto di vista organizzativo».

La situazione è stabile dal punto di vista clinico, inquietante dal punto di vista gestionale

Il problema ora arriva da Astrazenca sul quale oggi l'Ema potrebbe decidere lo stop totale o l'uso per i soli over 65.

Senza Astrazeneca «potremo riuscire a fare solo i richiami», precisa Zaia che sottolinea che l'arrivo di Johnson & Johnson è previsto per metà aprile e non saranno molte dosi. (L'Arena)

Ne parlano anche altre testate

AstraZeneca: come funziona adesso. La circolare del dipartimento di Prevenzione regionale è già stata inviata ai direttori delle Ulss. La campagna vaccinale. La strategia della campagna vaccinale del Veneto, comunque, non cambia, continuando a puntare sul completamento della somministrazione a over 80 (la copertura è ora al 77%), superfragili e disabili. (Metropolitano.it)

«Oggi abbiamo avuto un'importante riunione con i direttori generali delle Ulss: le prossime settimane dipenderanno dal parere che esprimerà oggi l'Ema su AstraZeneca. Rischiamo quindi di trovarci di nuovo a fare solo vaccinazioni di richiamo bloccando le nuove vaccinazioni. (TrevisoToday)

Non si capisce perché ci siano restrizioni anche nei confronti di familiari con tampone negativo e mascherina, o addirittura vaccinati». La richiesta arriva da Anna Maria Bigon, vicepresidente della commissione Sanità a Palazzo Ferro Fini e consigliera del Partito Democratico, insieme al collega Andrea Zanoni. (VeronaSera)

Caos AstraZeneca. Zaia: «Rischiamo di fermare i vaccini e fare solo i richiami»

La gente deve capire che c'è più rischio di morire di Covid che con il vaccino. Queste le dichiarazioni rilasciate da Luca Zaia nel corso del consueto punto stampa quotidiano: «Ci è stato confermato che l'Rt è sceso a 0,96. (PadovaOggi)

Nei primi giorni del mese i nuovi ingressi nelle terapie intensive erano inferiori ai 20 al giorno, ma dal lunedì di Pasqua siamo tornati a più di 20 di al giorno Le vaccinazioni in farmacia dovranno essere eseguite in un locale separato ed i farmacisti potranno inoculare il vaccino solo dopo aver seguito un corso. (VeronaSera)

Ad oggi sono circa 1 milione e 31mila i vaccini somministrati nella regione, il 5,8% dei veneti ha completato il ciclo di vaccinazione. A questo si aggiunge il problema dei richiami: se guardiamo i tedeschi il richiamo si fa con Pfizer o Moderna. (Il Giornale di Vicenza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr