Maggio potrebbe essere un mese tutto al ribasso per il Future Ftse Mib

Maggio potrebbe essere un mese tutto al ribasso per il Future Ftse Mib
Proiezioni di Borsa ECONOMIA

Dopo che settimana scorsa scrivevamo L’incertezza sul Ftse Mib Future continua e il rischio ribasso aumenta, la settimana appena conclusasi ci dice che maggio potrebbe essere un mese tutto al ribasso per il Future Ftse Mib.

Time frame settimanale. Time frame mensile

Maggio potrebbe essere un mese tutto al ribasso per il Future Ftse Mib: Le indicazioni dell’analisi grafica. Alla chiusura del 30 aprile il Ftse Mib Future ha visto chiudere le sue quotazioni a 23.911 in ribasso dello 1,06% rispetto alla seduta precedente. (Proiezioni di Borsa)

Ne parlano anche altri giornali

Le indicazioni non costituiscono invito al trading. Le implicazioni tecniche assunte avvalorano l'ipotesi di una prosecuzione della giornata in senso erratico con resistenza vista a quota 24.320 e primo supporto stimato a 24.170. (Teleborsa)

L'è sostanzialmente stabile su 1.772 dollari l'oncia. Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,69%, portando avanti la scia ribassista di quattro cali consecutivi, avviata martedì scorso; sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share , che retrocede a 26.410 punti. (Borsa Italiana)

Fuori dall’Unione, galoppa anche Londra che ad aprile è salita del 3,75% in scia alle riaperture decise da Downing Street. Il titolo migliore del Ftse Mib nel mese di aprile è Amplifon, che guadagna oltre 10 punti percentuali tornando sopra i 35 euro per azione. (FIRSTonline)

Telecom Italia scatta in Borsa ma il Ftse Mib è ancora in rosso

Tra questi, ancora positivi in scia al momento economico propizio per il Paese, spiccano in particolare Intesa Sanpaolo (+0,91%), Mediobanca (+0,6%) e Unicredit (+0,55%). Tenaris, nonostante conti e outlook siano stati in linea col consenso, perde il -6,95%, seguito da Saipem (-4,93%) (Milano Finanza)

In Italia la stima provvisoria degli occupati e dei disoccupati di marzo, la stima preliminare del Pil del primo trimestre e quella provvisoria sui prezzi al consumo di aprile. Il Brent con consegna a giugno è scambiato a 68,06 dollari con u calo dello 0,73%. (Bizjournal.it - Liguria)

La moneta unica perde circa lo 0,7% contro il biglietto verde e scambia sul filo di 1,2. Il prodotto interno lordo trimestrale nell’area della moneta unica scende dell’1,8%, superando il consenso che prevedeva una flessione del 2%. (Notizie - MSN Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr