Vaccini e il caso di Vibo, botta e risposta tra Di Natale e Spirlì

Quotidiano online INTERNO

Ricordo, oziosamente – scrive Spirlì su Facebook – al disinformato consigliere di centrosinistra che la Giunta regionale non ha alcuna responsabilità diretta sulla Sanità calabrese, devastata da decenni di malaffare, nonché di abbandono istituzionale.

Addirittura si sarebbe deciso di vaccinare, senza prenotazione, la fascia di età compresa tra i 60 e i 79 anni.

A replicare alle parole di Di Natale, il presidente facente funzioni: “il solerte consigliere non perde occasione per polemizzare con la Giunta regionale, il suo presidente, l’intero centrodestra. (Quotidiano online)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Scuola: in presenza fino alla prima media. Per quanto riguarda la scuola, «le attività didattiche del secondo e terzo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado, nonché le attività didattiche della scuola secondaria di secondo grado, si svolgono esclusivamente in modalità a distanza. (Quotidiano del Sud)

«Le attività didattiche del secondo e terzo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado, nonché le attività didattiche della scuola secondaria di secondo grado – è scritto ancora –, si svolgono esclusivamente in modalità a distanza. (wesud)

«Anche nel Decreto Sostegni, infatti, per l’ennesima volta – denunciano le organizzazioni sindacali –, gli stagionali dell’agricoltura sono stati esclusi da ogni tipo di ristoro. «In Calabria, regione a forte vocazione agricola e con numerosi limiti strutturali, culturali e infrastrutturali – sostengono i sindacalisti – c’è bisogno di più investimenti, progettazione e confronto per valorizzare il lavoro di qualità e le produzioni agricole di eccellenza» (Quotidiano online)

Calabria "Zona Rossa" fino al 21 aprile, Spirlì firma il provvedimento che recepisce le disposizioni del Governo

Il tempo stringe per fare bella figura con Draghi e, tutti, specie dopo l’ultima distrazione social di Nino Spirlì, sperano che a Germaneto se ne siano accorti Si tratta cioè di automatizzare gli impianti, e da qui procedere con una grande riconversione occupazionale e l’abbattimento dei costi che gravano sugli associati». (LaC news24)

Lo prevede un'ordinanza del presidente facente funzioni della Regione, Nino Spirlì, che recepisce quella del ministro della Salute del 2 aprile. È inoltre consentita "l’attività di toelettatura per animali da compagnia (codice Ateco 96.09. (AGI - Agenzia Italia)

Il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha firmato l’ordinanza n. 21, che recepisce quella del ministro della Salute dello scorso 2 aprile, con la quale è stata disposta l’applicazione, per altri 15 giorni e a partire dal 7 aprile, delle misure restrittive già in vigore per il contenimento della epidemia di Covid-19. (CityNow)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr