Nascondeva la cocaina nell’orto: arrestato salernitano

Nascondeva la cocaina nell’orto: arrestato salernitano
Cronache della Campania SALUTE

Lo spacciatore è stato quindi arrestato e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, portato nel carcere salernitano di Fuorni

Aveva nascosto la cocaina nell’orto di casa: arrestato per spaccio un 33enne di Salerno.

Montecorvino Pugliano.

I poliziotti hanno perquisito l’abitazione del 33enne e, in un terreno di proprietà di pertinenza dell’abitazione a Montecorvino Pugliano, hanno trovato 130 grammi di cocaina nascosti in un foro nel terreno dell’orto. (Cronache della Campania)

Ne parlano anche altre fonti

Agenti hanno controllato l’uomo mentre era a bordo della propria automobile sulla strada provinciale. La Squadra Investigativa del Commissariato di Battipaglia ha fermato il pusher in flagranza: l’uomo è stato controllato mentre era a bordo della propria automobile sulla strada provinciale di Montecorvino Pugliano (SalernoToday)

Il giovane è stato arrestato e condotto presso il carcere di Sollicciano a Firenze La Polizia Stradale di Arezzo, durante lo scorso weekend, in Autostrada del Sole, ha intercettato ed arrestato un trafficante di droga trovato in possesso di 21 grammi di cocaina, già suddivisi in 42 dosi pronte per lo spaccio. (Questure sul web)

I Carabinieri, avendo avuto sentore che l'uomo, ancorché regolarmente impiegato in una ditta del novese, si dedicasse allo spaccio, hanno richiesto e ottenuto un decreto di perquisizione alla locale Procura e, nella giornata odierna, hanno dato esecuzione allo stesso. (Il Piccolo)

Il fortino della cocaina: Marco Battaglia rinviato a giudizio

Ai quali, in alternativa, veniva prospettato di costringere i parenti a prostituirsi per reperire il denaro necessario a sanare il debito. Per soddisfare la ‘domanda’ i pusher effettuavano trasferte quasi giornaliere a Taranto, dove acquistavano cocaina che successivamente veniva immessa nella piazza di Locorotondo al costo di 100 euro al grammo. (Telebari)

Disposto, inoltre, dal questore Paolo Sartori l’avvio in via di urgenza del procedimento amministrativo finalizzato alla immediata espulsione dell’uomo dal Territorio Nazionale, non appena terminato l’iter giudiziario veniva fermato ed identificato uno dei clienti, un 36enne già noto alla Polizia, il quale, colto sul fatto, consegnava agli Agenti 8.4 grammi di hashish e alcune dosi di cocaina. (La Voce di Mantova)

– I pentiti lo hanno indicato come uno dei trafficanti di cocaina più potenti di Catania. Battaglia, difeso dagli avvocati Vittorio e Marco Basile, è tutt’ora detenuto (per questa causa). (Livesicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr