I ribelli negano di aver ucciso Attanasio

I ribelli negano di aver ucciso Attanasio
Corriere del Ticino ESTERI

«Le responsabilità di questo ignobile assassinio sono da ricercarsi nei ranghi di questi due eserciti e loro sponsor che hanno stretto un’alleanza contro-natura per perpetuare il saccheggio dell’est della Rdc», si sostiene nella dichiarazione.

I ribelli, per contro, chiedono alle autorità congolesi e alla missione Onu Monusco «di fare completa luce sulle responsabilità di questo ignobile assassinio, invece di ricorrere ad accuse frettolose», scrive il sito citando la dichiarazione. (Corriere del Ticino)

Su altri giornali

Secondo il comunicato della presidenza congolese, sono stati i rapitori a uccidere i due italiani, sparando loro a bruciapelo Il capo di Stato congolese ha deciso di inviare in Italia un “suo emissario per portare una lettera personale” a Draghi. (Sky Tg24 )

l video al momento non toglie il velo sul reale dubbio all’origine dell’attentato: Attanasio e gli altri due membri del convoglio sono stati uccisi per “errore” durante un tentato rapimento? Le fonti del CorSera riferiscono che siano proprio Attanasio e Iacovacci i veri obiettivi del rapimento: spuntano però, attirati dagli spari, alcuni ranger e soldati del Congo con i quali inizia una sparatoria fitta. (Il Sussidiario.net)

Iacovacci viene portato con gli assalitori e ucciso dopo un chilometro e mezzo la morte di attanasio, iacovacci e milambo. Imboscata nel cuore del parco dei gorilla. (TIMgate)

“Non abbiamo ucciso noi l'ambasciatore italiano”

Iacovacci sarebbe stato portato via dal commando, e ucciso a un chilometro e mezzo di distanza. L'agguato in Congo: il momento dell'attacco all'auto dell'ambasciatore Attanasio. Il presidente della Repubblica e Capo di Stato congolese, Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo, ha inviato una squadra a Goma a supporto delle indagini. (La Stampa)

Leggi anche > Chi era Luca Attanasio, ambasciatore italiano ucciso in Congo. I ribelli del Fdlr si difendono: «Non siamo stati noi». Le «Forze Democratiche per la liberazione del Ruanda» (Fdlr) hanno negato di essere responsabili per l'uccisione di Attanasio, del carabiniere Iacovacci e dell'autista. (Leggo.it)

“Fate luce su responsabilità, niente accuse frettolose”. I ribelli, per contro, chiedono alle autorità congolesi e alla missione Onu Monusco “di fare completa luce sulle responsabilità di questo ignobile assassinio, invece di ricorrere ad accuse frettolose”, scrive il sito citando la dichiarazione. (Ticinonews.ch)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr