Reggio - Operazione Vulcano, fornivano cocaina alle cosche di 'ndrangheta: tre arresti. I NOMI

Reggio - Operazione Vulcano, fornivano cocaina alle cosche di 'ndrangheta: tre arresti. I NOMI
CityNow INTERNO

di Reggio Calabria.

MARTINONE, su mandato di ZITO Michele, avrebbero dovuto danneggiare un’attività commerciale sita in Gioia Tauro (RC)

del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Reggio Calabria con il coordinamento del Procuratore Capo della Direzione Distrettuale Antimafia, dott.

di Reggio Calabria;. - FERRARO Francesco, uomo di fiducia di PESCE Antonino cl.

MARCHESE si è presentato spontaneamente presso la Stazione dei Carabinieri di Gioia Tauro (RC), i quali hanno proceduto al suo arresto unitamente ai militari del G. (CityNow)

Se ne è parlato anche su altri giornali

E allora, “qualcosa non torna”, prosegue Davi, che di recente ha sentito Filocamo, dopo la puntata di “Fatti e Misfatti” alla quale ha partecipato come ospite di Paolo Liguori. – Klaus Davi non ci sta. (LeccePrima)

Erano attivi nel narcotraffico internazionale tra Piemonte, Calabria, Sardegna ma gli affari arrivavano fino in Germania, Spagna e Romania. Una “duro colpo” alle cosche, con numerose perquisizioni sia in Italia che all’estero e sequestri per milioni di euro. (Il Fatto Quotidiano)

Sulla vicenda ha espresso forti perplessità il massmediologo Klaus Davi che conosceva Filocamo: «Ci eravamo sentiti e scambiati messaggi fino a venerdì. Il corpo è stato trovato ieri nell’appartamento di Lecce, dove si trovava nell’ambito del programma di protezione dei collaboratori di giustizia dalle forze dell’ordine messe in allarme dai familiari che non avevano notizie di lui da alcune ore. (Quotidiano del Sud)

Trovato senza vita nel domicilio protetto il pentito Antonino Filocamo

Filocamo avrebbe coperto la latitanza del boss Maurizio Cortese, occupandosi dell’approvvigionamento di denaro tramite richieste estorsive – ai danni di commercianti e imprenditori del Reggino– da destinare al mantenimento dei detenuti (Calabria 7)

“Il massmediologo fu contattato da Filocamo venerdì dopo la puntata di ‘Fatti e Misfatti’ cui aveva partecipato come ospite di Paolo Liguori. Klaus Davi in una nota ha anche detto : “escludo che si sia suicidato . (Stretto web)

Accanto al corpo di Antonino Filocamo, considerato un elemento criminale orbitante attorno alla cosca Serraino, è stato trovato dello spago che, da una prima ricostruzione investigativa, sarebbe stato presumibilmente utilizzato per portare a compimento il progetto suicidario. (ReggioToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr