Brexit: Regno unito minaccia di sospendere protocollo sull'Irlanda del Nord

Brexit: Regno unito minaccia di sospendere protocollo sull'Irlanda del Nord
Nova News ESTERI

Secondo l’articolo 16 del protocollo, una delle parti può sospenderlo se ritiene che le condizioni abbiano un impatto negativo sulla vita quotidiana dei cittadini.

Se vogliamo evitare l’articolo 16, ci deve essere un vero negoziato tra noi e l’Ue”, ha detto Frost.

Il ministro per la Brexit ha dichiarato che l'Ue dovrebbe tenere in considerazione le proposte del governo britannico. Il governo britannico ha avvertito l’Ue che non esiterà a sospendere in via unilaterale il protocollo sull’Irlanda del Nord, allegato all’accordo sulla Brexit. (Nova News)

Se ne è parlato anche su altri giornali

La Brexit, e l'inasprimento delle nuove disposizioni doganali relative ai controlli sui prodotti alimentari, stanno di nuovo mettendo in difficoltà la presenza sul continente della multinazionale con sede a Londra e specializzata nelle vendite al dettaglio di moda, design, beauty, vino e cibo. (Italia Oggi)

Brexit: il Regno Unito rinvia l'introduzione dei controlli doganali su alcune merci. Il Regno ha rinviato al 2022 l'applicazione di una serie di controlli doganali su prodotti alimentari e agricoli in arrivo dall'Unione europea. (Investing.com)

- LONDRA, 14 SET - Il governo britannico di Boris Johnson ha annunciato oggi la decisione di rinviare al 2022 una serie di controlli sull'import-export di alcune merci fra Ue e Regno Unito, previsti dagli accordi post Brexit con Bruxelles e che in parte sarebbero dovuti entrare in vigore dal primo ottobre. (Gazzetta di Parma)

Riserva di adeguamento alla Brexit, il fondo europeo da 5 miliardi

(askanews) – Del Regno Unito gli italiani apprezzano soprattutto le università e le opportunità di studio (74%), le città (73%), la cultura (72%), la natura (70%), seguite dalle opportunità di carriera (68%) e di business (67%) e la capacità di innovare (65%). (Agenzia askanews)

l governo britannico di Boris Johnson ha annunciato oggi la decisione di rinviare al 2022 una serie di controlli sull'importexport di alcune merci fra Ue e Regno Unito, previsti dagli accordi post Brexit con Bruxelles e che in parte sarebbero dovuti entrare in vigore dal primo ottobre. (RagusaNews)

Pertanto, nel luglio del 2020 i leader dell’UE hanno preso la decisione di creare un fondo da cinque miliardi di euro, detto anche riserva di adeguamento alla Brexit. Dal primo gennaio 2021, il Regno Unito è fuori dall’Unione Europea. (Eco Internazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr