Verso il "green pass" all'italiana: obbligatorio per bar, ristoranti, cinema, teatri e concerti

Verso il green pass all'italiana: obbligatorio per bar, ristoranti, cinema, teatri e concerti
La Sicilia SALUTE

Il green pass allargato all’italiana potrebbe prevedere l’obbligo della certificazione di vaccinazione, tampone negativo o guarigione per entrare in bar e ristoranti, con possibili sanzioni ai gestori - chiusura per 5 giorni - e multa agli avventori fino a 400 euro.

Le notizie fasulle sono dannose in ogni ambito e su ogni questione ma sul tema dei vaccini sono assolutamente deleterie»

La prossima settimana il governo varerà il decreto con le nuove misure, una volta analizzati i dati con gli esperti. (La Sicilia)

Ne parlano anche altri media

Non si sa bene quanto ma sarebbero rispettivamente attorno al 10 e 5%, dunque abbondantemente al riparo dalle chiusure. L'Iss avverte del pericolo che ad agosto salgano pure questi e che, anche con nuovi parametri, l’appuntamento con la zona gialla sia un destino solo rinviato. (RagusaNews)

In base al bollettino di monitoraggio di ieri, 18 luglio, si è infatti toccata quota 3.127 nuovi casi in 24 ore. IL DESTINO. Il destino delle 5 Regioni con il dato dell'incidenza più alta, non è tuttavia ancora segnato. (ilmattino.it)

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome è invece convocata domani alle 15 dal Presidente, Massimiliano Fedriga Sarebbe questa, secondo quanto si apprende da diverse fonti di governo e delle regioni, l’ipotesi alla quale si sta lavorando per rivedere i parametri del monitoraggio con il quale vengono attribuite le fasce di colore alle regioni. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Coronavirus, al Maggiore si svuota di nuovo anche la terapia subintesiva

E a Ostia. GRECIA Foto COVID Variante Delta, Andreoni: «Vaccini meno efficaci APPROFONDIMENTI POLITICA Variante Delta avanza ROMA Le regole LA STRATEGIA Su i contagi, pochi giorni per evitare le chiusure. (ilmessaggero.it)

Torna la paura per una nuova ondata di contagi Covid in Italia, con il paese che potrebbe ritrovarsi in zona gialla in piena estate. Si rischiano quindi restrizioni più dure, un vero e proprio colpo basso per la stagione turistica fondamentale per l’economia italiana. (Inews24)

Tornano a essere due i ricoverati al Maggiore e si svuota di nuovo anche la terapia subintensiva con entrambi i casi in Malattie infettive. I casi sono così ripartiti: 14 screening, 11 contatti di caso, 3 con indagine in corso; RSA/Strutture Socio-Assistenziali: 1; importati: 1. (NovaraToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr